La sfida del MTC diventa a volte spinosa. Il tema di questo mese è bellissimo: le tapas, proposte da Mai, padrona di casa del blog Il colore della Curcuma il genio che ha vinto la scorsa sfida. Ve la ricordate? Quella degli gnocchi. Mai si è inventata degli gnocchi a forma di cozza, le Gnoccozze, neri di seppia, con il frutto del mitile all’interno… no dico, più di questo cosa vuoi inventare? Andateli a vedere qui perchè sono bellissimi!

Quando la cuoca ha letto tapas, si è commossa al ricordo di quando una vita e mezza fa era stata a Siviglia e a Barcellona, dove oltre alla solita paella di rito, ai bocadillos, alle tortillas, al lechado e al salmolejo, si ingozzò anche di tapas. Si perchè le tapas sono pericolose: piccole porzioncine di cibo che ti si buttano direttamente nella gola senza passare dal via. Quindi bella, bellissima sfida! E no, fermi tutti. Primo inghippo. Pensavi di cavartela con un piattino di tapas buttato lì così? Noò… devi proporre tre tipi di tapas. La primera (mamma mia che cultura, pure i numeri ordinali in spagnolo so!! e qui mi pagano una miseria!): la tapa comunemente detta, un piattino piccolo di qualcosa di sfizioso da mangiare. La segunda: il pincho, che viene ad essere qualcosa da appizzare col pincho, appunto, lo stuzzicadenti. La tercera: il montadito, un paninetto ripieno o una fettina di pane sommersa di cibo buono.

Va bene, ok, ho già una mezza idea, dice l’ignara donnetta.

No, fermati, troppo bello! C’è il secondo inghippo! C’è il tema!

Quale tema?

Quello che unisce la tapa, il pincho e il montadito.

Ma certo che nello staff del MTC vi divertite proprio tanto, vero?

Va bene, pensiamo, stupiamoli. Cosa faccio, vado su un ortaggio di stagione? Un colore? Una bestia da macello?… Ma quanti pezzi sono? Tre… Mi pare tu abbia tre figlie!

E che tengono, la faccia da tapas?

No, ma hanno caratteristiche che potrebbero farle diventare il tuo tema.

Proviamoci.

tapas

Le nostre tapas per MTC n. 60

tapas-mtc

 

Cominciamo dalla prima, la fatina Fe. Lei è la tapa, un assaggino di telline e carciofi. E perchè? Perchè Fe è fatta così, è minuta, un assaggino. E’ sapida e delicata come le telline, puntuta e amara come le foglie esterne del carciofo, ma che se sai arrivare al cuore ti regala morbidezza e dolcezza che non ne troverai altrove. Un pò di acidità di limone, però, non gliela toglie nessuno.

tapa telline e carciofi

 

Poi c’è lei, la fatina Fla, il pincho: una tortilla di riso Venere, patate, zenzero e gamberetti. E’ lei che mi ha fatto venire l’idea. Lei è come un cucciolino di animale feroce: tenero, grazioso, morbido, ma che ti può staccare una mano in un momento di distrazione; è sempre molto accomodante, empatica e nel momento in cui pensi di averla portata sul tuo terreno, ti rendi conto che sei scivolato nelle sue sabbie mobili e non riesci a capire neanche come ci sei arrivato e che non potrai uscirne. E’ come questa tortilla: esternamente sembra una comune frittatina, dentro è tutta un’altra cosa.

pincho tortilla di riso venere, zenzero e gamberetti

 

Dulcis in fundo c’è la fatina Ma: il montadito, un’esplosione a sorpresa di sapori esagerati, tutti insieme nello stesso morso. Per essere coerenti con la natura della fatina, avremmo dovuto riempire il montadito cu nu capiton’, ma nun era staggion e in casa non piace a nisciun. La dolcezza dei gamberi, la morbidezza della mozzarella, la forza del friariello…

 

montadito con mozzarella, gamberi e crema di friarielli

 

Quindi le tapas le abbiamo fatte, il tema lo abbiamo accocchiato, le banderillas le abbiamo appizzate, possiamo uscire dalla Plaza de toros.

Olè!

 

fata-tapas

Print Recipe
Tapas
Tre tapas, tre finger food da servire come un antipastino o un aperitivo veloce
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
5 porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
5 porzioni
Ingredienti
Istruzioni
Tapa
  1. Cuocere il riso Venere secondo le istruzioni e mettere da parte.
  2. A fiamma alta, in una padella versare un cucchiaio d'olio, Aggiungere uno spicchio d'aglio.
  3. Quando l'aglio sfrigola, aggiungere i cuori di carciofo.
  4. Versare e far evaporare 25ml di vino bianco. Mescolare delicatamente.
  5. Far cuocere una decina di minuti. Aggiungere pepe se piace. Abbassare la fiamma.
  6. Aggiungere le telline. Mescolare ai carciofi. Coprire con un coperchio e spegnere dopo quattro cinque minuti, quando le telline saranno aperte.
  7. Lessare la patata. Sbucciarla e tagliarla a tocchetti piccolini.
  8. In una casseruola versare un cucchiaio d'olio, aggiungere uno spicchio d'aglio, quindi i friarielli.
  9. Farli insaporire. Aggiungere mezzo bicchiere d'acqua. Coprire e far cuocere circa 10 minuti.
  10. Aggiungere il peperoncino. Spegnere la fiamma. Eliminare l'aglio.
  11. Quando i friarielli saranno freddi, frullarli.
  12. Sgusciare i gamberetti e cuocerli al vapore per massimo cinque minuti.
  13. Tagliare la mozzarella a fettine sottili e far scolare il liquido di governo.
  14. Tagliare un quarto dei gamberetti. Grattugiare lo zenzero.
  15. Aggiungere i gamberetti, i tocchetti di patata e lo zenzero al riso Venere.
  16. Tagliare i panini in senso orizzontale
  17. Scaldare due cucchiai di olio in una padella.
  18. Battere le uova.
  19. Versare metà delle uova battute nella padella con l'olio caldo. Aggiungere il riso Venere condito, quindi l'altra metà delle uova. Girare la tortilla e cuocere anche sull'altro lato.
Tapas
  1. In cinque piattini suddividere i carciofi con le telline e grattare un pò di buccia di limone.
Pinchos
  1. Tagliare a dadini la tortilla con il riso Venere e infilare un paio di tocchetti con uno stuzzicadenti. Mettere un paio di pinchos per piattino.
Montaditos
  1. Mettere le fettine di mozzarella nel panino, appoggiarci su i gamberetti restanti e colorare con la crema di friarielli.

24 Comments on Fata tapas per MTC n. 60

  1. Paola
    21 ottobre 2016 at 13:13 (5 mesi ago)

    Eccole qua le tre fatine formato tapas. Non credo di averle mai viste, ma devo dire che belle!!! E le riconosco perfettamente nelle tue proposte. Gli occhi, parlano sempre 🙂 E ti devo dire che sono morta dalle risate a sentir parlare del capitone ahah rido ancora ora 🙂 baciotti cuoca del mio cuore :*

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 ottobre 2016 at 19:27 (5 mesi ago)

      Davvero non te avevo mai fatte vedere? Non pubblico volentieri foto delle ragazze, ma per MTC questo ed altro :D! Un bascione Paoletta e grazie!

      Rispondi
  2. Lisa G
    21 ottobre 2016 at 16:28 (5 mesi ago)

    Sono molto felice di conoscere le fatine, so già che le adorerei visto che queste tre tapas sono una più buona dell’altra. Complimenti per l’idea davvero carina. Un abbraccio e buon fine settimana

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 ottobre 2016 at 19:29 (5 mesi ago)

      Grazie Lisa, in foto le mie figlie sono più adorabili che di persona…
      Ma grazie e buon fine settimana a te <3

      Rispondi
  3. flora
    21 ottobre 2016 at 17:39 (5 mesi ago)

    Splendide le tue fatine….e deliziose anche le tapas, sempre bravissima!!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 ottobre 2016 at 19:30 (5 mesi ago)

      Grazie Flora, sei sempre molto cara! Un bascio

      Rispondi
  4. zia consu
    21 ottobre 2016 at 18:25 (5 mesi ago)

    ..mi hai fatto fare un tuffo nel passato al mio viaggio a Barcellona di tanti anni fa..quante tapas ho mangiato e le tue sono una vera goduria, complimenti Patty e felice we <3

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 ottobre 2016 at 19:31 (5 mesi ago)

      Consu, a Barcellona ci sono stata davvero una vita fa, prima di sposarmi… mamma mia che bella! Siviglia è più recente… forse mi è piaciuta anche di più! Un bacsione stella e buon fine settimana

      Rispondi
  5. Katia Zanghì
    21 ottobre 2016 at 20:07 (5 mesi ago)

    Sai che mi hai fregato l’ idea ? Anche io ho tre figli e, pensavo, tre possibili tapas.
    Ma , devo dire che le tue sono proprio belle .

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:56 (5 mesi ago)

      Katia…mi dispiace 🙁 Avessi dovuto pensare ad un altro tema, non so davvero cosa avrei fatto! Pure tu tre figli… mamma mia! 😀 Un bascione gioia e ancora scusa…

      Rispondi
  6. Andrea
    24 ottobre 2016 at 13:25 (5 mesi ago)

    Fortunata tu che hai tre così belle fatine cui dedicare una tapa ciascuna! L’idea mi piace tanto, così come la sua realizzazione! Un bacino a tutte quante

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:49 (5 mesi ago)

      Grazie Andrea… non sono tranquille come in foto, questo si capisce, vero? 😀 Un bascio anche a te e al tuo bellissimo nipote!

      Rispondi
  7. Mai Esteve
    24 ottobre 2016 at 14:08 (5 mesi ago)

    Te voi a decir 3 cosas…

    La primera: l’idea che hai avuto, è altro che «ORIGINAL»!
    La segunda: Le tue tapas sono belle, buone e con tanto caratere, proprio come le tue fatine di casa
    Y tercero: tus fotos me hacen venir hambre!!!!
    Nel raccontare queste tapas ci hai messo tantissimo amore ed è ovvio il perche. Posso dirti che hai delle stupende figlie e hai fatto delle stupende tapas!!??
    Le hai proprio pensate in modo che ogn’una di loro fose un ommagio all tue 3 fatine, e facendo così hai creato degli abinamenti strepitosi, anche se a primo colpo ho dovuto leggere due vlte il pincho e guardarlo altro tanto, poi però l’ho capito e me ne sono inamorata!
    Lo stesso per la tapa, carciofi e telline. Ma ho immaginato il sapore e una porzione non basta!
    Per poi arrivare al montadito, quella splosione di sapore che il friarielo sa dare per afondare in quella fresca mozzarella e poi sentire la dolcezza e carnosità del gambero… immagino anche questo, è immagino quanto sia movimentata una vita con dele Fate-tapas così!
    Lo sai di essere fortunata, vero?
    Leggerti è stato bellissimo!
    Grazie

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:49 (5 mesi ago)

      Gioia!!!! In primo luogo lo so che sono fortunata… le pargole mi danno tanto da fare, ma sono davvero brave! Ti ringrazio di avermi dato l’opportunità di cucinare qualcosa che era davvero tantissimo tempo che volevo fare e rimandavo di continuo! 😀 Un bascione tesoro e ancora complimenti per gli gnocchi!

      Rispondi
  8. Ketty
    24 ottobre 2016 at 22:50 (5 mesi ago)

    Ciao Patti eccomi nel tuo castello colorato,trovo bontà e tanta originalità,complimenti !
    sai che nella mia zona le telline sono ampiamente usate? che buooone piccole ma gustose.
    grazie e buon inizio settimana

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:36 (5 mesi ago)

      Ketty lo so che pure da voi le telline sono un must… in realtà io mi porterei tutta la Sicilia a casa!!! 😀 Poi mi ricordano la mia infanzia… Grazie tesoro e un bascione forte

      Rispondi
  9. Gaia Sera
    25 ottobre 2016 at 12:30 (5 mesi ago)

    Beh, ma che te lo dico a fare: passare da te è come respirare aria di montagna e ridere allo stesso tempo (se ci si fa coi polmoni). Rinfrancante, divertente, tenero come l’amore che ogni tua frase scherzosa rispecchia. Le fatine sono una meglio dell’altra e così le tue tapas che sono assolutamente da sballo. A me non sempre piacciono e tu invece me le hai azzeccate tutte e tre e cosa ancor più difficile, sono una più sbavante dell’altra. Brava brava Patty. Non era assolutamente una sfida facile ma per quel che mi riguarda tu l’hai centrata in pieno ❤️❤️❤️

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:35 (5 mesi ago)

      Ma tu sei l’amica mia e dici sempre cose belle 😀 Mi ha divertita tanto questa sfida… anche perchè io sono golosissima di tapas… si era capito? Un bascione bella mia!

      Rispondi
  10. veronica
    25 ottobre 2016 at 15:41 (5 mesi ago)

    la prima esclamazione è stata wowwww prima per la proposta …ma poi ..po ho visto tre splendide bambole
    oh che bellezza e a vederle rispecchiano ogni pietanza( nonche abbiano la faccia da tapa ahahahah )
    la proposta del riso venere è troppo invitante
    tutte e equilibrate perfette direi
    bravissima

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      26 ottobre 2016 at 16:24 (5 mesi ago)

      Grazie Veronica, hai visto le mie fatetapas che carine? Ti ringrazio per le belle parole. Un bascione

      Rispondi
  11. speedy70
    27 ottobre 2016 at 21:06 (5 mesi ago)

    Adoro queste stuzzicherie… arrivo per l’aperitivo!!!!

    Rispondi
  12. Alice
    29 ottobre 2016 at 20:43 (5 mesi ago)

    MA che belle le tue fatine, finalmente le vedo!!! Complimenti tesoro sei una mamma fortunata siete una famiglia meravigliosa!
    Ottime le tapas tutte da provare 🙂
    baci e buon we
    Alice

    Rispondi
  13. alessandra
    30 ottobre 2016 at 4:00 (5 mesi ago)

    ..io son qui che lacrimo.
    E hai voglia a dire che e’ l’ormone della menopausa.
    Ispirazione migliore non potevi trovare e credo che le tue fatine saranno grate alla loro mamma, per averle scelte, insieme e una per una, come ispirazione per questo post e per queste ricette. Tre personalita’ diverse, rappresentate da tre tapas che traggono carattere proprio da ciascuna di loro. E capisco da qui che tu abbia il tuo bel daffare. Ma, da mamma di femmina, so riconoscere anche quell’orgoglio tutto speciale che ci lega- e quelle gioie tutte speciali che le noste bambine sono capaci di regalarci.
    Complimenti davvero (anche per i tre splendori della foto :)e grazie per aver aperto i forzieri del tuo cancello per l’MTC…

    Rispondi
  14. Mimma Morana
    30 ottobre 2016 at 20:05 (5 mesi ago)

    che meravigliaaaaaa!!! che golosità, che preparazioni, che foto stupende….mi fai sognare!!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *