Lo sapete qual è la primissimissima ricetta che la cuoca ha pubblicato sul suo blog? La torta di rose di pizza, con lievito di birra e con delle foto terribili, che a guardarle fanno tenerezza. Mi ricordo ancora che quando la cuoca scattava una fotografia ad una pietanza, si girava verso di me e chiedeva: “Ma secondo te, perchè io penso ad una foto e viene fuori un’altra immagine?”

Non che chissà quali foto spettacolari faccia la cuoca, ma direi che da quelle cose patetiche di strada ne ha fatta.

Quando si è presentata l’occasione di fare la torta di rose per il Calendario del Cibo, la cuoca ha pensato di rifarla per bene, con la sua pasta madre, Maddalena, con delle foto decenti e con un ripieno che fa impazzire le fatine: pancetta e porri…

 

Questa volta, rispetto a quella pubblicata precedentemente, l’impasto è più idratato, di conseguenza più morbido, sia per la lavorazione sia però al gusto.

 

 

Ecco come si fa:

INGREDIENTI
Per l’impasto
600gr di farina w270
100gr di lievito madre
400gr di acqua
10gr di sale
5gr di malto (o 5 gr di zucchero)

Per la farcia
2 porri
200gr di pancetta arrotolata o tesa, tagliata molto sottile
50gr di pecorino grattugiato.
2 cucchiai di olio

 

PROCEDIMENTO
L’impasto. In una ciotola mettere tutta la farina e 300gr di acqua e lasciar riposare mezz’ora coperto da pellicola. Trascorso questo tempo, sciogliere la pasta madre e il malto nell’acqua rimanente e unire al composto di acqua e farina. Impastare a lungo portando l’impasto dall’esterno verso l’interno della ciotola. Se si dispone di una planetaria il lavoro sarà molto più facile. Ad incordatura quasi avvenuta, aggiungere il sale e lavorare ancora una decina di minuti. Si avrà un panetto liscio ma molto morbido. Mettere il panetto in una ciotola leggermente oliata e far lievitare in frigorifero per almeno 24h (sarà triplicato).
Trascorse le 24h, preparare la farcia: tagliare a rondelle i porri. In un tegame capiente aggiungere due cucchiai di olio e quando è bello caldo aggiungere i porri e far insaporire. Unire mezzo bicchiere d’acqua e far stufare i porri per circa un quarto d’ora, fino ad eliminazione totale dell’acqua. Aggiustare di sale (il consiglio è quello di non aggiungerne perchè già la pancetta è piuttosto salata.
Far raffreddare completamente.
Tirare fuori l’impasto dal frigo, cospargere il piano di lavoro con farina e capovolgerci su l’impasto senza lasciaro ambientare. Se ci si riesce cn le mani, altrimenti aiutarsi con un mattarello, stendere l’impasto dandogli una forma rettangolare. Cospargere con il pecorino, i porri e adagiare le fettine di pancetta a totale copertura.
Arrotolare l’impasto su se stesso frmando un salsicciotto e quindi tagliarlo in rondelle alte circa 5cm.
Disporre le rondelle ben distanziate fra loro con il lato tagliato verso l’alto, una teglia da 30cm di diametro coperta da carta forno. Lasciar lievitare per un paio d’ore a temperatura ambiente, fino a quando le rondelle non saranno a contatto fra loro. Spennellare con poco olio la superficie delle rosette. Mettere in forno già caldo a 160° per 45 minuti.

 

 

29 Comments on Torta di rose con pancetta e porri (con lievito madre)

  1. Lisa G
    4 maggio 2017 at 11:22 (3 mesi ago)

    mi fai sorridere, perché anch’io riguardo le mie prime foto con un misto di tenerezza e orrore. Squisita la tua torta e bellissima da vedere. Un abbraccio

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 11:28 (3 mesi ago)

      Grazie Lisa… ci capiamo quindi… 😀 Un bascione

      Rispondi
  2. Claudia
    4 maggio 2017 at 11:44 (3 mesi ago)

    Che spettacolo la torta di rose salata della cuoca (ed anche quella con pomodoro e mozzarella non deve essere stata da meno – le foto non si mangiano :D) devo provarla salata, magari con le roselline più piccole, per farne dei bocconcini 😀
    Un abbraccio!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:02 (3 mesi ago)

      Ti ringrazio Claudia, secondo me con le roselline più piccole sarà un incanto! Un bascione a te e al pupo

      Rispondi
  3. Manu
    4 maggio 2017 at 11:58 (3 mesi ago)

    Sai quante volte guardo quelle ricette iniziali con tenerezza perchè meriterebbero di essere rifatte proprio per regalare loro una foto un po’ elegante, il calendario ci da anche questa occasione
    La tua torta di rose è intrigante e meravigliosa con il profumo della pancetta e la delicatezza dei porri che regalano alle torte salate una marcia in più
    Grazie Manu

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:19 (3 mesi ago)

      Anche io penso sempre che vorrei rifare tante cose proprio per renderle più belle… meno male che c’è il calendario <3
      Un bascione e grazie

      Rispondi
  4. zia consu
    4 maggio 2017 at 13:44 (3 mesi ago)

    Ho l’acquolina al solo pensiero 😛

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:22 (3 mesi ago)

      Consu di solito si dice spazzolata,… questa volta ho avuto gli avvoltoi a casa non le fatine. Quanto gli è piaciuta!!! Un bascione

      Rispondi
  5. Antonella
    4 maggio 2017 at 13:46 (3 mesi ago)

    Ciao Patty, io riguardo i miei primi post con un misto di tenerezza e .. vergogna! Non che adesso vada tanto meglio, ma forse ci ho fatto l’abitudine. La tua torta è molto molto invitante e immagino buonissima, le foto fanno capire perfettamente quanto sia soffice e golosa. ciao!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:29 (3 mesi ago)

      Antonella ti ricordi che ti chiedevo aiuto per le foto? Mamma mia se ci pens quanto mi hai aiutato!!! Non ti ringrazierò mai abbastanza! Un bascione grande grande

      Rispondi
  6. Melania
    4 maggio 2017 at 14:05 (3 mesi ago)

    Io provo orrore e tenerezza se volgo lo sguardo indietro. Però mi convinco del fatto che seppur imperfette e alquanto bruttine quelle foto, erano piene d’amore. Ci mettevo impegno anche se avevo la metà di quello che ho adesso. La tua torta di rose è bellissima, mi piacerebbe staccarne un pezzo e assaggiarla insieme a te.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:50 (3 mesi ago)

      Ma sai come sarebbe bello? Tu mi porti i tuoi cartocci palermitani e ci mangiamo tutto tutto! Un bascione

      Rispondi
  7. Angela
    4 maggio 2017 at 14:16 (3 mesi ago)

    Sarà fantastica da addentare! Brava Patty

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:51 (3 mesi ago)

      Morbida morbida! 😀 Un bascio

      Rispondi
  8. Angela
    4 maggio 2017 at 14:18 (3 mesi ago)

    Sarà fantastica da addentare. Bravissisma Patty

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:51 (3 mesi ago)

      😀 Grazie!! Un bascio

      Rispondi
  9. Tamara Giorgetti
    4 maggio 2017 at 15:06 (3 mesi ago)

    un ripieno che io adoro, i porri, complimenti tantissimi, una bella torta alle rose, bella e golosa, la mia è un po’ bastarda con la pasta sfoglia, ma l’avevo già quella dolce e ho voluto differenziare un po’…un salutone grande

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:54 (3 mesi ago)

      Grazie Tamara… a me la tua versione con la sfoglia è piaciuta proprio tanto! Un bascione e grazie

      Rispondi
  10. Serena
    4 maggio 2017 at 15:22 (3 mesi ago)

    Ecco qui a gustarmi la tua torta di rose salata, con il sapore delicato del porro e quello più gustoso della pancetta deve essere buonissima, complimenti Patty. Un abbraccio

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 maggio 2017 at 16:58 (3 mesi ago)

      Grazie Serena, grazie davvero! Un bascione

      Rispondi
  11. rosalba
    4 maggio 2017 at 18:05 (3 mesi ago)

    È bello crescere anche a livello fotografico, ma la regina della ricetta è il risultato e quello non sfugge all’occhio attento 😋la tua rosa di pizza sicuramente era squisita come questa… quando posso passare per l ‘assaggio?😍😘

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      5 maggio 2017 at 17:08 (3 mesi ago)

      Quando vuoi, sarebbe bellissimo!! Un bascio

      Rispondi
  12. silvia
    5 maggio 2017 at 9:21 (3 mesi ago)

    pancetta e porri che bontà, potrei morire per questo connubio…quando posso venire ad assaggiare?

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      5 maggio 2017 at 17:08 (3 mesi ago)

      Ma ti aspetto a braccia aperte!! Un bascione

      Rispondi
  13. tritabiscotti
    5 maggio 2017 at 14:18 (3 mesi ago)

    bella la torta rose salata! Quel ripieno mi fa una gola!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      5 maggio 2017 at 16:55 (3 mesi ago)

      Grazie cara, è uno dei nostri preferiti! Un bascione

      Rispondi
  14. Anna
    5 maggio 2017 at 20:41 (3 mesi ago)

    Dillo a me, le prime foto 🙂 ma anche quelle dopo per anni e anni 🙂
    Favolosa la tua torta di rose salata, trovo estremamente intrigante l’accostamento porri, pecorino e pancetta, goloso ed equilibrato, complimenti!!!

    Rispondi
  15. Maria Teresa
    6 maggio 2017 at 11:47 (3 mesi ago)

    La tua anima partenopea emerge e si esprime con fantasia e generosità. Bravissima!
    buona giornata cara <3

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *