Month: giugno 2012

Caprese destrutturata (ehm!) ovvero orgoglio italiano

Domenica sera, nel piccolo castello, ognuno faceva un pò quello che gli pareva: la fatina Fe giocava con la fatina Ma, la fatina Fla leggeva a testa in giù sul divano e la cuoca Pa girovagava per casa alzando la semina del giorno: giocattoli, ciabattine, magliette, collanine e considerava il fatto che prima o poi […] Read more…

Ebony chocolate and ivory coconut plumcake

  Tempo di pagelle… in realtà sentendo i discorsi di amici e parenti sembrava che questa pagella l’avessero ritirata tutti, mancavano solo quelle delle mie fatine… ma così era. Questa mattina, P-day, un caldo che non ha creato soluzione di continuità fra la doccia e il sudore (ci si bagnava alla stessa maniera) un poker […] Read more…

Fatine in musica

… la cuoca Pa non è sparita.. e non è neppure evaporata a causa del caldo, si è momentaneamente trasformata in rana. No, non è stato un maleficio, anzi! Ieri le sue fatine hanno avuto il saggio di fine anno di pianoforte, in teatro, una roba seria! La fatina Fe presentava un Minuetto di Krieger […] Read more…

Il castello della Fatina Fe

L’undicesimo compleanno della fatina Fe è stato festeggiato due volte: domenica pomeriggio con i nonni e i cuginetti a casa e lunedì 18 giugno sera (giorno preciso del suo compleanno) con una festicciola “da grandi” al pub, solo femmine, niente genitori… In realtà la cuoca Pa e il Principe Fa hanno fatto “i fidanzatini” a […] Read more…

Meringhe per Lalla

La cuoca Pa è pasticciona (chiamiamo le cose con il loro nome!) e possiede una grande abilità: confondere anche gli altri. Per la precisione, tempo fa le arrivò una telefonata da Lady Lalla, sorella del Principe Fa, a cui la cuoca Pa vuole tanto bene, che le chiedeva come si facevano le meringhe. La cuoca […] Read more…

Tartufata rosa a quattro mani

Si avvicinava il tempo del compleanno della fatina Fe e la cuoca Pa decise di organizzarle una piccola festa… solo che non sapeva che torta cucinare, aveva in testa tante idee, ma nessuna la convinceva. Le venne in aiuto Lady I che vive al di là del mare, nel paese del Candomblè e degli Orixa, […] Read more…

Bignè

La cuoca Pa prepara queste piccole palline fatate sia per i dolci sia per altre magie salate che ama creare a Natale. INGREDIENTI Per circa 25-30 bignè: 100 gr di burro 200 mll di acqua 125 gr di farina 3 uova 1 pizzico di sale PROCEDIMENTO   Accendere il forno a 200°. Sciogliere sul fuoco […] Read more…

Muffin agli asparagi

Le fatine birichine di mangiar le verdurine non ne han voglia proprio mai qualche volta sono guai… Fino a quando un giorno fausto arrivò il mago Augusto: “Le fatine gusteranno torte fatte con l’inganno, con l’asparago vestito come muffin saporito!” Detto fatto, taglia, affetta, gonfia, gira, cuoce e aspetta. Le fatine sono affamate e alla […] Read more…

Spiedini un pò esotici, un pò no

  C’era una volta un pollo, bianchiccio e un pò insicuro: non era mai uscito dalla stia e aveva paura anche della sua ombra. Per infondergli coraggio le fatine, con un incantesimo, fecero arrivare un pò di amici che gli raccontarono la bellezza dei loro paesi d’origine: la cipolla rossa gli narrò dell’azzurro incredibile del […] Read more…

Millefoglie di melanzane e mozzarella

Era estate e faceva tanto caldo… una melanzana non sapeva come passare il pomeriggio e, approfittando delle ombre che si allungavano, si incamminò verso la casa della signora mozzarella la quale annoiatissima sbuffava latte da tutte le parti. “Come sta signora Melanzana?” chiese la mozzarella “Bene, solo che i pomeriggi estivi sono lunghissimi ed è […] Read more…

100% american cookies

 La cuoca Pa e il principe Fa, appena sposati viaggiarono in lungo e in largo nella terra dell’oro, lontano ovest, a bordo di una modernissima carrozza presa a noleggio. Visitarono tanti bei posti… la strada delle 17 miglia, portando i loro saluti al cipresso solitario, la Valle Napa dove il sangue della cuoca Pa fu […] Read more…

Pan di patate della nonna

La nonna Ca, mamma della nonna Ti era famosa in tutta la città per le sue preparazioni… A quei tempi solo pochi (e quasi tutti nobili) potevano permettersi un forno in casa. La nonna Ca non lo aveva e una volta alla settimana si recava dal suo fornaio dove portava pani, casatielli, brioches che faceva […] Read more…