Eccolo l’appuntamento con lo scambio ricette.

C’è da ridere… sono circa 70 bloggalline che partecipano a questo giochino dove l’abbinamento con l’altra blogger viene sorteggiato e per la seconda volta la cuoca (donna nata con il gene del cannibalismo) capita a casa di Alice, Ricette Vegolose. La cuoca è felice perchè grazie ad Alice le si aprono delle belle finestre su ricette vegan da lei guardate sempre con sospetto.

Quando c’è da scegliere la ricetta la cuoca va in confusione… perchè spesso si trova a non sapere cosa fare. Già l’altra volta Alice l’aveva messa in difficoltà, questa volta… anche! La cuoca prima si è innamorata delle Crepes con farina di ceci, poi ha visto il Pan Brioche con farina di farro, quindi le sono saltate all’occhio delle bellissime Polpette di quinoa… insomma non si sapeva decidere!! Alla fine è arrivato il colpo di fulmine: i Crackers di farina di Kamut con olive. Una sola parola: fantastici!!

Un successone: sono friabilissimi, saporiti, delicati, sfortunatamente danno assuefazione. Li hai lì e devi continuare a mangiarli, non ci si ferma.

Come si fanno? Carta e penna e lievito madre a portata di mano

Crackers con olive 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Crakers di farina di kamut alle olive, con lievito madre – Sourdough olive crakers
Recipe Type: Appetizer
Cuisine: Italian
Author: Patrizia Zanni
Prep time:
Cook time:
Total time:
Serves: 5
Crackers con farina di kamut e lievito madre, leggerissimi, ideali al posto del pane o da sgranocchiare davanti ad un film, da condire secondo il proprio gusto. Qui presentati con le olive
Ingredients
  • 250g di farina di kamut semintegrale
  • 150g di lievito madre semisolido, rinfrescato il giorno prima
  • 70g di olive nere denocciolate e sminuzzate
  • 70g di vino bianco
  • 50g di olio evo bio
  • 1 cucchiaino di timo essiccato bio
  • sale grosso q.b. (facoltativo)
Instructions
  1. Disponete la farina a fontana su un tagliere.
  2. Aggiungete al centro il lievito madre, il vino bianco e l’olio evo, lavorate con le mani fino a che il lievito è completamente sciolto ed iniziate ad impastare.
  3. Aggiungete le olive, il sale, il timo e continuate a lavorare l’impasto fino a formare una palla morbida ed omogenea, che non si appiccica alle mani.
  4. Se la consistenza lo richiede (dipende dal vostro lievito madre), aggiungete un po’ di vino bianco in più. Mettete l’impasto pronto in una ciotola, copritela e mettetela a lievitare in luogo caldo fino a che l’impasto raddoppia (circa 3-4 ore).
  5. A questo punto riprendete l’impasto, lavoratelo qualche minuto con le mani e stendetelo formando un quadrato.
  6. Proseguite con la procedura delle pieghe, eseguendo i passaggi da 1 a 3 come mostrato nella figura.
  7. A questo punto stendete nuovamente l’impasto e ripetete il procedimento delle pieghe per altre due volte. Stendete poi l’impasto fino allo spessore di circa 3mm e ritagliate i vostri crackers con una rotella o delle formine per biscotti.
  8. Disponete i crackers in una teglia ricoperta con carta forno, bucherellateli con i rebbi della forchetta e cospargeteli a piacere con sale grosso.
  9. Cuocete in forno già caldo a 200°C per 12 minuti; controllate la doratura e, se la preferite più accentuata, proseguite la cottura per altri 2-3 minuti.

 

 

Crackers con olive 5

 

Immagine dal blog Ricette Vegolose

 

E anche se Alice li aveva già regalati, ne faccio dono anche io al paniere di Panissimo, raccolta ideata da Sandra e Barbara, questo mese ospitato dalla dolcissima Consu, autrice del blog I biscotti della zia.

 

panissimo banner 2016 piccolo

ENGLISH VERSION

INGREDIENTS

250g wholemeal flour kamut
150g semisolid sourdough, refreshed the day before
70g black olives , pitted and chopped
70g of white wine
50g extra virgin olive oil bio
1 teaspoon dried thyme bio
coarse salt q.s. (optional)

PROCEDURE

Place the flour on a working surface.
Add to center the sourdough, white wine and olive oil.
Work with your hands until the yeast is completely dissolved.
Add olives, salt, thyme and continue to work the dough until it forms a soft and homogeneous ball, which does not stick to hands.
Add a little wine if the dough requires.
Put the dough in a bowl, cover it and let it rest until it doubles ( about 3-4 hours ).
At this point, resume the dough, knead a few minutes with your hands and roll forming a square. Continue with the procedure of the folds, following the steps 1 to 3 as shown in the figure below.
Then roll out the dough again and fold it twice.
Roll out the dough to a thickness of about 3mm and cut your crackers with a wheel or cookie cutters.
Put the crackers on a baking sheet covered with parchment paper, poke them with the tines of a fork or with a toothpick and sprinkle with salt.
Bake in preheated oven at 200 ° C for 12 minutes.

 

 

 

Crackers con olive 2
Crackers con olive 4

 

 

24 Comments on Crakers di farina di kamut alle olive, con lievito madre – Sourdough olive crakers

  1. Babbi
    31 maggio 2016 at 9:11 (2 anni ago)

    sembrano davvero ottimi…con le olive poi!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:06 (2 anni ago)

      Lo erano… Un bascio

      Rispondi
  2. ricettevegolose
    31 maggio 2016 at 9:31 (2 anni ago)

    Wow Patti, ma quanto sei stata brava sono venuti una meraviglia *_* Sono davvero felice di averti fatto scoprire ancora buone ricette, grazie allo scambio. Presto ti ringrazierò inserendo i tuoi bellissimi crackers nell’album di FB del mio blog. Buona giornata, ti abbraccio forte!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:06 (2 anni ago)

      Alice è stato un onore per me tornare una seconda volta sul tuo blog… hai davvero un sacco di ricette originali che prima o poi replicherò! 😀 Un bascione fortissimo!

      Rispondi
  3. Mimma Morana
    31 maggio 2016 at 9:38 (2 anni ago)

    chemeravigliaaaa!!! immagino il profumo e la friabilità!!! bravissima mia cara!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:05 (2 anni ago)

      Se sempre dolcissima!!! <3 Un bascione

      Rispondi
  4. zia Consu
    31 maggio 2016 at 12:20 (2 anni ago)

    Grazie Patty x questo prezioso contributo alla raccolta 🙂 e felice giornata <3<3<3

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:04 (2 anni ago)

      Consu sono stata felicissima di portarli proprio da te… dopo tanto tempo! Un bascione stellina! <3

      Rispondi
  5. Antonella
    31 maggio 2016 at 13:49 (2 anni ago)

    Buonissimi e molto belli i tuoi crackers Patty, con le olive poi sono sicuramente speciali. Baci!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:04 (2 anni ago)

      Grazie Antonella, il sapore della farina di kamut e le olive (anche il timo ha fatto la sua parte!) li hanno resi incredibili! Un bascione cara!!

      Rispondi
  6. SABRINA RABBIA
    31 maggio 2016 at 15:14 (2 anni ago)

    SONO MERAVIGLIOSI, VORREI AVERLI QUI PER SGRANOCCHIARLI AL LAVORO!!!!BACI SABRY

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 12:02 (2 anni ago)

      Grazie cara!! <3 Un bascio

      Rispondi
  7. giovanna
    31 maggio 2016 at 16:20 (2 anni ago)

    Gnam gnam io sono pronta per fare merenda 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 11:57 (2 anni ago)

      Apparecchio subito il tavolo! 😀 Un bascio

      Rispondi
  8. Silvia
    31 maggio 2016 at 19:38 (2 anni ago)

    Ciao Patty!
    Molto invitanti questi crackers. Fra te e la mia socia fate veramente venire voglia di sgranocchiare!

    O.T. vorrei capire perché non mi arrivano mai le notifiche ai tuoi post. Grrrrrrr…

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 11:56 (2 anni ago)

      …eh ma la tua socia è una macchina da guerra, grande maestra di lievitati!! Le notifiche non lo so perchè non ti arrivano… proverò a chiedere ai tecnici. Un bascione forte forte

      Rispondi
  9. Ely
    31 maggio 2016 at 21:10 (2 anni ago)

    Ma.. ma.. Pattina!! Sono assolutamente fantastici! <3 Ed è impossibile mettere in difficoltà una cuoca straordinaria come te! 😀 Ti riesce tutto magnificamente.. solo io quando provo a fare i crackers possono essere usati per fermare il tavolo che balla?? Sigh.. beh, poco male, una scusa in più per scappare da te e abbracciarti stretta!! 😉 smuuacckete!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 11:49 (2 anni ago)

      Gioia… la difficoltà è che Alice ha un sacco d bellissime ricette e scegliere diventa davvero oneroso! 😀 PS: manco se lo vedo, credo che i tuoi crackers sono buoni come sopponta!!! Ti bascio forte fatina bella <3

      Rispondi
  10. Vale
    1 giugno 2016 at 9:56 (2 anni ago)

    ma che bontà ma che bontà ma che cos’è questa robina qua!… :-D…brava tu e brava la dolce Alice! Bello lo #scambioricette!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      1 giugno 2016 at 11:46 (2 anni ago)

      Grazie Vale… sto giochino mi piace un sacco, si imparano un sacco di cose nuove! Un bascione

      Rispondi
  11. Emmettì
    1 giugno 2016 at 17:33 (2 anni ago)

    Wow che meraviglia anche questi!!!
    Con le olive poi… e come si fa a resistere??
    Bellissima la forma che gli hai dato usando una rotellina dentellata (suppongo) e bellissime le foto, tesoro!
    Senti un po’, ma perché non ci incontriamo a metà strada con un cartoccio di cracker ciascuna e facciamo un bello scambio???
    Non sarebbe bello anche questo tipo di scambio??
    O si, che lo sarebbe… ♥
    Dai, chissà che durante l’estate io non riesca ad organizzare un viaggetto dalle tue parti!!! :-)))))))

    Intanto un bacio gigante da qui! :-*********

    Rispondi
    • Ricky
      8 giugno 2017 at 2:30 (1 anno ago)

      Kako una receta estupenda, y me irá genial porque yo como muy muy pocas legumbres y con esta presentación e ingredientes seguro me gua&1&#16s;t#161; Un besazo, Teresa

      Rispondi
  12. ipasticciditerry
    1 giugno 2016 at 20:05 (2 anni ago)

    Che buoni Patty! Mi salvo la ricetta,sono bellissimi e con le olive sminuzzate, devono essere proprio golosi. Bravissime entrambe ma tu che belle foto hai fatto? Tanti bacioni bella.

    Rispondi
  13. Cristina Lionetti
    2 giugno 2016 at 15:58 (2 anni ago)

    Che meraviglia questi crackers, si possono fare anche con il lievito di birra?

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *