Ci pensate? Ogni occasione è buona: al bar con le mamme della classe dei figli, in ufficio con la vicina di scrivania, la domenica intorno al tavolo con i parenti, al telefono con l’amica del cuore dopo aver messo a nanna i demoni… raccontarci. Ogni giorno a qualcuno raccontiamo un pezzetto di noi, ascoltiamo un frammento di vita di chi ci sta parlando, tiriamo intimamente le nostre conclusioni, che (per inciso) sono sempre le stesse: io ho ragione, lui sbaglia. Metterci in gioco è sempre difficile, modificare il nostro modo di vedere le cose e agire diversamente è complicato, spesso destabilizzante, vorrebbe dire buttare all ortiche anni di educazione ricevuta, di evoluzione personale verso l’indipendenza, sradicamento di ottusità caratteriali che crediamo ci facciano forti e vincenti… Spesso però è necessario guardarci dentro e vedere quello che non ci piace, che è sempre ben nascosto, ben mimetizzato, necessario pechè altrimenti si rischia di far saltare un’amicizia decennale, un matrimonio, un rapporto sereno con i figli. E qui mi fermo. Lascio la parola ad una conversazione che la cuoca ha avuto giorni fa con una persona cara, le cui parole in apparenza semplici, hanno commosso la cuoca e le fa piacere condividerle con chi la segue.
Cuoca: “Guarda io sono contenta della mia vita, mi reputo fortunata per quello che ho avuto e che ho… ma da qui a dire di essere felice il passo è lungo… dobbiamo lavorare ogni giorno per la nostra felicità, ma solo alla fine potremmo dire se siamo stati veramente felici o no”
Lei: “Felicità è amare”
Cuoca: “E no!!! Proprio l’amare non è felicità: quando ami c’è sempre qualcosa che non va, magari la persona alla quale tu stai dando il tuo amore non ti corrisponde, o quel giorno ha la luna storta e ti tratta male, ti ferisce, pensa al dolore che si prova quando giustamente i figli prendono la loro strada con tanti saluti a tutti!”
Lei: “Se hai fatto una carezza ad un figlio, hai dato un bacio ai tuoi genitori e li ami, quel gesto ti avrà dato felicità. Se hai sentito il profumo di un fiore o mangiato un piatto di pasta che ti è piaciuto tanto da essere felice, quella passione è una forma di amore. Ogni volta che riconosciamo qualcosa di “bello”, che troviamo attorno a noi e nelle persone aspetti positivi comprendendo quelli negativi, iniziamo ad amare e ciò dal mio punto di vista apre una finestra sulla felicità.”

Parole semplici, ricetta più che semplice, ma prodotte con intenzione e manine piene d’amore, quelle della mia fatina più grande che alla fine mi ha chiesto: “Ma poi la pubblichi, vero?”… Non potevo esimermi!

INGREDIENTI X 4:

8 fettine di pane casareccio
50 gr di pecorino romano grattugiato
8 fettine di salmone affumicato
PROCEDIMENTO:
Accendere il forno a 180° con il grill. Cospargere le fettine di pane con il pecorino e infornarle giusto il tempo di far fondere il pecorino. Togliere da forno, far intiepidire. Arrotolare una fettina di salmone e metterla sul crostino. Servire subito.

Facebook Comments

18 Comments on Crostino della fatina Fe e considerazioni sull’amore

  1. Ale
    30 Maggio 2013 at 9:15 (6 anni ago)

    ciao patty, che fame…un bel crostino ci starebbe tutto!

    Rispondi
  2. Alessia Casarotti
    30 Maggio 2013 at 9:24 (6 anni ago)

    In effetti Patty l'Amore con la A maiuscola dovrebbe proprio essere quello da cui non ti aspetti nulla, che ti ripaga solo nel dare… Ma siamo umani e, secondo me, non è facile essere così virtuosi. E te lo dice una che ha dovuto andare in "corto circuito" per capire che il troppo amore dato ti può distruggere.
    Ti mando un forte abbraccio!

    P.S.: complimenti alla giovane cuochina 😉

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      3 Giugno 2013 at 6:58 (6 anni ago)

      Alessia sono d'accordo con te, l'amore dato con la consapevolezza di non ricevere niente in cambio è una prova durissima da superare! Un bascio!

      Rispondi
  3. Monica Chiocca
    30 Maggio 2013 at 10:13 (6 anni ago)

    Per me l'amore è quando cucino. Perchè come ha detto Lei , la passione è anche amore.
    Patty mi porti prima a riflettere su cose importanti e poi la fatina mi fa un crostino del genere a quest'ora!! io impazzisco! Dev'essere buonissimo!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      3 Giugno 2013 at 6:59 (6 anni ago)

      Hai ragione Monica, la passione è amore, in tutto quello che facciamo! Un bascio!

      Rispondi
  4. gwendy
    30 Maggio 2013 at 12:24 (6 anni ago)

    Ma questa fatina quanti anni ha?
    Credo che abbia molto da insegnarci!!
    Un crostino super veloce e anche super sfizioso!!!!:-)

    Rispondi
  5. Luca Monica
    30 Maggio 2013 at 12:32 (6 anni ago)

    Sai ognuno di noi da un significato molto diverso alla parola felicità e quindi a seconda di quello che crediamo ci reputiamo più o meno felici…io sono felice di tutto quello che ho, dei miei figli, della loro salute, di aver un uomo che mi ama e che amo e che mi ha regalato una splendida famiglia..quindi sono felice di amare…CuochinaPa se non è questa la felicità…bhe' non so proprio cosa sia…….e sono felice di averti conosciuta ma un po' meno di abitare così lontano!!!!!

    Un abbraccio grande tesoro
    monica

    P.S.
    Dimenticavo…
    la fatina Fe promette molto bene!!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      3 Giugno 2013 at 7:02 (6 anni ago)

      Monica lo sai che nella conversazione avuta con questa persona c'era anche la considerazione che hai fatto tu: ognuno di noi da un valore diverso alle cose e alla felicità che ne consegue…. Hai ragione: fossimo più vicine mi piazzerei ogni mattina a casa tua per un bel caffè corroborante! Un bascio

      Rispondi
  6. Berry
    30 Maggio 2013 at 12:50 (6 anni ago)

    Ma la fatina Fe è proprio figlia di sua mamma. Parole gentili, sorridenti, piene d'amore e saggezza…stessa sensazione che ho provato parlando con te a Roma, in mezzo alle gallinelle. Secondo me la felicità si racchiude tutta in un percorso. Il punto di arrivo è solo il momento in cui possiamo valutare ciò che è stato…e amare è la linea guida fondamentale.
    Ti voglio bene ♥

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      3 Giugno 2013 at 7:04 (6 anni ago)

      Esatto Berry, è alla fine del percorso che possiamo sapere se siamo stati veramente felici! Ti bascio forte forte!

      Rispondi
  7. annaferna
    30 Maggio 2013 at 12:55 (6 anni ago)

    Amore è….anche soffrire….purtroppo ma donare amore è comunque sempre bello secondo me. Vivo della gioia che so donare!
    riguardo alla ricetta poi….anche questa è gioia!!! veloce croccante e gustosa….il massimo….sempre secondo me! ^_^
    bacio grande

    Rispondi
  8. Reneesme I Sapori del Cuore
    30 Maggio 2013 at 13:21 (6 anni ago)

    Ma quanto mi piace questo crostino, io adoro il salmone affumicato per cui è perfetto per me!
    Un bacione cara!

    Rispondi
  9. simona
    31 Maggio 2013 at 21:46 (6 anni ago)

    Pa tesoro io avrei risposto esattamente come te.. (penultima battuta) …sarà che ho la luna storta in questi giorni, le parole bloccate, i pensieri relativamente stagni e pure un pò confusi… Però, la tua amica ha fatto centro… parole semplice, ma che contengono grande verità.. basta poco a dispetto anche di quello che non va… se guardo nel mio cuore ne ho la conferma:)
    Che brava la tua fatina:) sarà anche semplice.. ma eccezionale! falle i complimenti da parte mia:*
    un abbraccio cara grande grandissimo:**

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      3 Giugno 2013 at 7:08 (6 anni ago)

      Simona, è tanto difficile dare amore senza noente in cambio… tanto difficile! Un bascione!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.