Tanti anni fa, quando la cuoca non aveva ancora tutte ste fissazioni di prepararsi la pizza da sola, andava a comprarla in una pizzeria da asporto vicinissima al piccolo castello.

Francesco, il proprietario, faceva impressione: la pizzeria era piccolissima e lui invece era un gigante. Aspettare la pizza che uscisse dal forno non era mai tempo perso: Francesco riusciva a parlare e scherzare con tutti, mentre velocemente allargava l’impasto sul piano con le mani, lo condiva, lo infornava e poi faceva scivolare la pizza nella scatola da portare via. Alla fine quasi dispiaceva doversene andare e interrompere le risate sul più bello.

Pian piano, però, andare a prendere la pizza da Francesco è divenne un’impresa: troppo buona la pizza, la voce corse veloce e i clienti aumentarono esponenzialmente.

Fu così che Francesco decise di allargarsi e prendere un locale con la possibilità di sedersi e in poco tempo anche lì bisognava arrivare con il coltello fra i denti per riuscire a sedersi.

Per farla breve, Francesco si è spostato in un locale enorme, non troppo distante dalla Reggia di Caserta e anche quello è sempre pienissimo: al sabato è difficile anche passare nella larga strada davanti alla pizzeria.

E’ troppo bravo.

Una mattina di quarantena, mentre leggeva il giornale on line, alla cuoca cadde l’occhio su un video presente nel sito aderente alla campagna social #iocucinoacasa: Francesco che insegnava a fare la pizza in teglia. Avete presente le adolescenti? Tal’e quale!!! Ha chiamato a vederlo pure a quel santo del marito che si diletta, sì, in cucina, ma i lievitati gli interessa solo mangiarli.

Nel filmato Francesco replica la sua “Mani di velluto”, pizza condita con crema di friarielli che viene voglia di mangiarla anche se ci si è appena alzati da tavola. Lui regala alcuni piccoli consigli come i tempi di lievitazione e la cottura dell’impasto e quello che viene fuori è uno spettacolo.

La cuoca l’ha voluta replicare, non con la crema di friarielli perchè in periodo di quarantena non è stato possibile trovarli, ma almeno ha voluto provare la semplice margherita. Alla fine quello che interessa a lei è che l’impasto sia speciale e questo vi assicuro che lo era.

Vi lascio anche il link al video dove Francesco dà le istruzioni per preparare la pizza. 

Sourdough pizza
Print Recipe
Pizza ad alta idratazione con lievito madre
alta idratazione
Piatto Pizza
Cucina Napoletana
Keyword lievito madre, Pizza
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
5 persone
Ingredienti
Piatto Pizza
Cucina Napoletana
Keyword lievito madre, Pizza
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 24 ore
Porzioni
5 persone
Ingredienti
alta idratazione
Istruzioni
  1. Sciogliere completamente, in una ciotola, il lievito madre nell'acqua.
  2. In una ciotola bella capiente versare la farina, quindi aggiungere il lievito madre sciolto, impastando piano piano con le mani.
  3. Quando la farina sarà ben assorbita, aggiungere il sale.
  4. L'impasto sarà appiccoso e sarà forte la tentazione di aggiungere farina. Niente più farina.
  5. Rovesciare l'impasto sul piano di lavoro e con la punta delle dita tirare l'impasto dall'esterno verso l'interno, avvolgendolo su sè stesso (è la tecnica dello Stretch and Fold, trovate video di Peter Reinhart nelle note).
  6. Lasciarlo riposare quindici minuti, quindi ripetere lo stretch and fold.
  7. Mettere l'impasto in una ciotola leggermente unta. Coprire con pellicola.
  8. Far lievitare un paio d'ore fuori frigo e quindi mettere in frigo per 24 ore.
  9. Tre ore prima di cuocere la pizza, tirare fuori l'impasto dal frigo.
  10. Mezz'ora prima di cuocere la pizza, ribaltare l'impasto sul piano di lavoro e dividerlo in tanti panetti, quante saranno le pizze che si prepareranno (io con questa quantità faccio due teglie di quelle del forno)
  11. Accendere il forno a 240° (nel mio forno è il massimo, ma se avete un forno che raggiunge temperature più alte, mettetelo al massimo e accorciate i tempi di cottura).
  12. Lasciar stare un quarto d'ora e poi con le dita, con un movimento dal centro verso l'esterno stendere l'impasto, in modo che le bolle di aria vadano verso il cornicione.
  13. Ungere la teglia e sistemarci delicatamente l'impasto dentro (rischia di strapparsi se non si ha la manualità di Francesco).
  14. Infornare nel forno già caldo, senza condimento per circa dieci minuti.
  15. Togliere la teglia da forno, condire la pizza a piacere e infornare nuovamente per altri dieci minuti.
Recipe Notes

Francesco su questa quantità di acqua e farina usa 5gr di lievito di birra.

Video spiegazione di Peter Reinhart per lo stretch and fold, cioè incordare l'impasto a mano. Nel nostro caso, l'impasto non sarà idratato quanto il suo, quindi non c'è bisogno di bagnare le mani e aiutarsi con l'acqua.

Condividi questa Ricetta
lievito madre
alta idratazione
Print Recipe
Handmade high hydration sourdough pizza
alta idratazione
Piatto Pizza
Cucina Italian traditional
Keyword Pizza
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 20 minutes
Tempo Passivo 24 hours
Porzioni
5 people
Ingredienti
Piatto Pizza
Cucina Italian traditional
Keyword Pizza
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 20 minutes
Tempo Passivo 24 hours
Porzioni
5 people
Ingredienti
alta idratazione
Istruzioni
  1. In a bowl dissolve the sourdough starter in the water, lightly mixing with your fingers.
  2. In a large bowl combine flour and the water in which you have dissolved sourdough.
  3. When the dough has become a sticky ball, add salt.
  4. Continue kneading until the dough it will be smooth but it won't stick anymore.
  5. You can help your self with the stretch and fold technique (you find Peter Reinhart video in the notes), but do not add flour
  6. Let the dough rise a couple of hours in a large bowl covered with plastic wrap at room temperature for three hours, then put it in the refrigerator for 24 hours
  7. Three hours before you'll cook pizza transfer the dough bowl out of the refrigerator.
  8. Half an hour before cooking the pizza preheat oven at 240° (This is my oven maximum temperature, but if you have an oven that reaches higher temperatures, put it to the maximum and shorten the cooking time)
  9. Turn the dough over on the work surface and divide it into as many loaves as the number of pizzas that will be prepared (with this quantity I make two oven trays)
  10. Leave the little loaves on work surface for a quarter of an hour and then with your fingers, with a movement from the center outwards spread the dough, so that the air bubbles go towards the edge (cornicione)
  11. Lightly grease the pan and gently place the dough in it.
  12. Bake for 10 minutes with nothing on it, then keep the tray out of the oven, add all the ingredients you like on pizza, then bake of 10 minutes more.
Condividi questa Ricetta
Martucci
alta idratazione

Facebook Comments

6 Comments on Pizza ad alta idratazione di Francesco Martucci

  1. speedy70
    5 Maggio 2020 at 8:56 (6 mesi ago)

    Grazie cara, sono ghiotta di pizza, proverò anche questo impasto…

    Rispondi
    • Patti
      6 Maggio 2020 at 9:00 (6 mesi ago)

      Grazie gioia, un bascio

      Rispondi
  2. ipasticciditerry
    5 Maggio 2020 at 9:37 (6 mesi ago)

    Un vero spettacolo questa pizza. Anche io in questo periodo di quarantena mi sono molto divertita a fare la pizza in casa, con discreto successo. Poi, non so se lo sai, ma io ho un pizzaiolo in casa 🙂 Nonostante tutto col forno di casa, sono sempre io la regina. Certo non mi viene come quella della pizzeria . La tua è fantastica, la proverò

    Rispondi
    • Patti
      6 Maggio 2020 at 9:03 (6 mesi ago)

      Noooo, lo sai che non lo sapevo? E allora siete una coppia spettacolare! Per quelle della pizzeria ci vuole un forno che raggiunga temperature altissime che sfortunatamente a casa non possiamo avere… peccato. Però la pizza in teglia è un’ottima invenzione 😀
      Un bascio

      Rispondi
  3. zia Consu
    10 Maggio 2020 at 9:14 (6 mesi ago)

    Vado a vedere il video..resto sempre ammaliata dalle mani abili che lavorano gli impasti idratati ^_^
    Questa pizza è molto simile a quella che faccio io, da provare la tua versione ^_^
    Buona festa della mamma <3

    Rispondi
  4. Alice
    12 Maggio 2020 at 19:25 (6 mesi ago)

    Solo le foto mi fanno svenire….
    baci
    Alice

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.