Neonato al Castello!!!! Ma che avete capito??? No, la cuoca non aspetta il quarto figlio (basta!) e neanche sta diventando nonna…. è un pò prestino (non per la sua età, quanto per quella delle sue fatine!). Il neonato di cui si parla è il lievito madre, che la cuoca ha creato (che manie di onnipotenza!!!!) ed è riuscita anche a non farlo miseramente crepare in un affloscio totale. Il problema è che ora sembra la Pina Fantozzi quando si innamorò del fornaio: ricordate che aveva gli armadietti pieni di pane? Ecco, la cuoca ha il frigo pieno di “replicanti”, dei blob in espansione, che lei tenta di arginare chiusi in dei barattoli ma che non riesce a contenere, esplodono, si moltiplicano come dei Gremilins bagnati dall’acqua. Tutto perchè all’inizio non ha avuto il cuore di buttare la parte che si toglie durante i primi rinfreschi…. Ora si ritrova con due barattoli che regalerà alla suocera e ad una cognata e tanti altri barattoli che spera di smistare in giro. Però non ha resistito alla tentazione dell’esperimento: ha deciso che quest’anno il tortano pasquale lo farà con la pasta madre e non con il lievito di birra e già ha messo in lavorazione “la prova”, “n. 1”, “The experiment”…. ma ieri in tutto quel lavoro ha tirato fuori la pizza… lo so che voi fanatiche delle crescite miracolose starete pensando: “Ma guarda, ha scoperto l’acqua calda…” ma voi non sapete già la sopravvivenza di quest’essere misterioso quanto la riempie di orgoglio…. figurati farci una pizza!!!!
La patriziata in cosa consiste? Tempo fa (ma proprio tanto tempo fa) la cuoca ha ricevuto un bel pò di premi:

 

e poi questo carinissimo premio dell’amicizia blogger….

 

 

…. ecco non si ricorda chi glielo ha conferito… Ti prego, scusami, la cuoca imperdonabile, chiunque tu sia, l’unico premio che la cuoca si merita è lo Stordito d’Oro che ogni tanto si autoconferisce. Quindi gentilmente potresti nella forma che più reputi giusta (anche a parolacce) comunicare alla cuoca chi sei? Giura che stando in ginocchio sui ceci secchi scriverà un post solo per te, narrando le tue doti e le incredibili gesta…
Quindi la cuoca ringrazia Giorgia e Maria per la gentilezza che le hanno fatto regalandole questo pensiero, ma soprattutto si scusa e ringrazia chi le ha conferito il premio dell’amicizia…. Ti prego fatti avanti e dicci chi sei!

INGREDIENTI:

200gr di pasta madre
150gr di acqua
400gr di farina
10gr di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
passata di pomodoro
250gr di fior di latte
olio
basilico

PROCEDIMENTO:

La sera prima rinfrescare la pasta madre e metterla in una ciotola capiente a lievitare in un luogo riparato (il forno). La mattina dopo, scioglierla nell’acqua tiepida nella quale è stato sciolto lo zucchero. Aggiungere piano piano la farina, impastando molto dolcemente… A seconda dell’assorbimento potrebbe essere necessaria sia più farina sia meno… regolarsi fino ad ottenere un bel panetto morbido e liscio che non attacchi alle mani. Unire il sale più o meno quando si avrà aggiunto la metà della farina. Rimettere a lievitare fino al raddoppio. Stendere la pasta su una placca da pizza e condirla con la passata, una spolverata di sale.  Far riposare ancora un’oretta. Accendere il forno a 180° e infornare quando è a temperatura. Dopo 10′ togliere la teglia dal forno e aggiungere il fior di latte e il basilico. Reinfornare per ancora 15 minuti.

 

L’angolo del sommelier: e siccome la cuoca, almeno a fare la pizza con la pasta madre è stata brava, ci abbiniamo un Rosè Nero d’Avola 2011, eccezionalmente, non perchè manchi l’abbinamento, ma perchè è un bellissimo vino con una fascia di prezzo elevata per un cibo “povero” come la pizza.

 

Facebook Comments

94 Comments on Pizza con lievito madre e la patriziata

  1. Vaty ♪
    21 Marzo 2013 at 11:43 (7 anni ago)

    si, infatti sento sempre parlare del lievito come un bimbo, prima in grembo e poi partorito con grande gioia e dopo trepida attesa..
    sei stata bravissima..chapeau!
    un caro abbraccio Patti-pa!
    scusami l'assenza, sto rientrando in blogger perchè su fb è un .. pollaio 😉

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:32 (7 anni ago)

      Grazie Vaty…. ho visto che si è scatenato un pò di tutto… ma tante galline era normale! Un bascio!!

      Rispondi
  2. Rosalba
    21 Marzo 2013 at 11:54 (7 anni ago)

    Adoro la pizza…la tua é così soffice…baci 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:33 (7 anni ago)

      Se lo vuoi un barattolino te lo mando… così lo adotti, te lo curi e puoi crearci un sacco di cose buone!! Fammi sapere… vengo a scriverlo da te! Un bascio!

      Rispondi
    • Vale@Lattealcioccolato
      25 Marzo 2013 at 10:17 (7 anni ago)

      Patti ma dici davvero?! Accetterei volentieri *_* Però mi devi istruire su come prendermene cura, se no l'ammazzo ancora prima che arrivi 😀

      Rispondi
  3. Dani
    21 Marzo 2013 at 12:14 (7 anni ago)

    Ti manifesto il mio profondo rispetto e la mia grande stima per essere entrata nel mondo del lievito madre!!!! Io non ho avuto il coraggio, ma comincio a vergognarmi… Mi sa che io al raduno a Roma passerò il tempo a rompere le scatole a tutti chiedendo consigli in grado di aiutarmi (e non capendo invece che l'unico aiuto può venirmi da un miracolo…. :P).
    Sei stata bravissima e una pizza fatta da se è davvero motivo di grandissimo orgoglio 😀

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:36 (7 anni ago)

      Dani… se non l'ho fatto morire io stanne certa ci può riuscire chiunque! Personalmente ho seguito un paio di istruzioni trovate qua e là sono venute due pietre, che la mia famiglia ha mangiato perchè era peccato. Poi ho fatto un poco a testa mia (lievitazioni più lunghe e aggiunta di farina graduale) e le cose sono venute decisamente meglio (ho appena sfornato un tortano che è uno spettacolo!).
      Un bascio e coraggio!

      Rispondi
  4. Antonella
    21 Marzo 2013 at 12:16 (7 anni ago)

    Ciao Patty, ma che soddisfazione fare il lievito madre! Bravissima! Sai che adesso dovresti anche trovargli un nome? Pare che ogni lievito madre abbia un nome proprio. Baci.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:40 (7 anni ago)

      Si, hai ragione… ho visto in giro… C'è chi lo ha chiamato Vito chi lo ha battezzato con altri nomi… Pensavo di chiamarlo Gizmo come il Gremilin capostipite! Mah… ci penso un altro poco! Un bascio!

      Rispondi
  5. Emma Mon
    21 Marzo 2013 at 12:19 (7 anni ago)

    Una pizza deliziosa, soffice e sicuramente buonissima. Complimenti. :*

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      25 Marzo 2013 at 11:38 (7 anni ago)

      Emma scusami… ho visto che non ti ho risposto…. 'narta patriziata! Un bascio!

      Rispondi
  6. Roberta Morasco
    21 Marzo 2013 at 12:36 (7 anni ago)

    Eccola qua un'altra con la pasta madre!!!
    E io?????
    ..io non ce l'ho il coraggio Patty!!! Non riesco ancora a d affrontare la responsabilità dell'essere che cresce nel barattolo…ah!ah!ah!…me lo ripropongo sempre poi desisto perché temo che non riuscirei a seguirla come è necessario e la farei morire…Certo però che a vedere la tua pizza mi fa voglia di provarci…sembra buonissima!!!
    Bacioni! Roberta <3

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:41 (7 anni ago)

      Roby non ci credo neanche se lo vedo che la fai morire… guarda che io sono la donna più pigra e pastrocchiona del mondo, quindi sono sicura che riuscirai tranquillamente a coltivarlo! Se vuoi un barattolino lo mando anche a te! Un bascio!

      Rispondi
  7. Luca Monica
    21 Marzo 2013 at 12:38 (7 anni ago)

    Ma che bravaaaaaaaa!!! La pasta madre è un'altra di quelle cose che presto proverò a fare…com'è che si dice in quel modo molto trendy!!?? Ah sì che è nella mia "to do list" almeno credo!!! Ormai avrai capito che anche dalle mie parti il premio stordita d'oro è di casa e per me ne avrei anche un altro da aggiungere… premio "figuraccia d'oro"!!!! In quello sno imbattibile!!!!

    Un bacione grande grande Cuochina Pa
    Monica

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 14:44 (7 anni ago)

      Si Monica ma ti rendi conto? Uno mi premia e io mi scordo… per la serie non me lo merito!
      Sai che io la pasta madre la rinfresco con Flavia? Ora va bene ogni cinque sei giorni, ma all'inizio quando bisognava farlo entro 48, lei la sera si metteva vicino a me e ce lo scioglievamo insieme…. Un bel momento! Un bascio tesoro mio!

      Rispondi
  8. Dolci a gogo
    21 Marzo 2013 at 12:51 (7 anni ago)

    Questa pizza mette una fame incredibileeeeeee!!Bacioni e ci si vede a Roma :-)))!!!
    Imma

    Rispondi
  9. ondinaincucina
    21 Marzo 2013 at 13:16 (7 anni ago)

    da vera maniaca pastamadre-dipendente ti faccio i miei complimenti per questa fantastica pizza!!!!!! eh capisco benissimo la visione di un frigo strasbordante di pasta madre che si riproduce a dismisura, sono nelle tue stesse condizioni, anzi da quando ho imparato a usarne molto poca negli impasti ( con risultati eccezionali!) ne ho ancora di più. allora mi faccio coraggio e con grande dolore ne butto via una parte! 🙁
    ti avevo promesso di pubblicare la treccia dolce, abbi fede ho dovuto mettere il post per il premio che aspettava da un pò. Il prossimo sarà quello della treccia. Baci e coccola la P:M mi raccomando!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 15:02 (7 anni ago)

      Non vedo l'ora di leggere il post con la treccia…. le mie fatine sono golosissime di dolci! Grazie! Un bascio grande!!

      Rispondi
  10. peppe
    21 Marzo 2013 at 14:22 (7 anni ago)

    Patty è na bomba questa pizza!!!è buonissima…peccato per la distanza altrimenti ne prendevo io molto volentieri un barattolo di LM.io ho iniziato a prepararlo ieri sera ma non credo di farcela per la preparazione della colomba di pasqua. mi daresti qualche consiglio ? per ora aspetto il secondo giorno per il rinfresco poi altri 2 rinfreschi da 2 giorni e poi in frigo con altri 3 rinfreschi ogni 5 giorni giusto?domanda ,ma prima di usare il lievito madre è necessario riportarlo a temperartura ambiente e rinfrescarlo? e quel bagnetto che hai fatto è sempre necessario?illuminami…….un abbraccio,Peppe.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 15:09 (7 anni ago)

      Peppe io ho seguito pedissequamente le istruzioni della "Comunità Pastra madre" (basta che la digiti e in rete la trovi subito). Per 20 giorni sono andata avanti a fare rinfreschi ogni 48 ore. Poi un giorno sono andata a sbirciare e ho visto che si alzava subito, quindi l'ho infilata in un (due) barattolo e riposta in frigo. Quando ho deciso di usarla, ne preso 200gr, l'ho rinfrescata (pari peso farina, metà acqua) e l'ho messa in forno spento a lievitare. La mattina dopo era triplicata. L'ho impastata con il resto degli ingredienti come un normale lievito e ho fatto rilievitare il tutto, due volte, in panetto e poi stesa sulla teglia. Come potrai vedere dai commenti siamo circondati da donne che ne sanno molto più di me, quindi eventualmente puoi attingere anche dai loro commenti. PS: Prima ho sfornato anche un tortano… uno spettacolo!!
      PPS: Se lo vuo un barattolo lo mando anche a te!
      Un bascio!

      Rispondi
    • peppe
      21 Marzo 2013 at 17:28 (7 anni ago)

      grazie come sempre simpatica e gentile ! ti faro' sapere com'è andat aquesta volta. un abbraccio,Peppe.

      Rispondi
  11. giovanna pisano
    21 Marzo 2013 at 14:27 (7 anni ago)

    auguri al neonato,ahahhahahahah mi papperei tutte la pizza 🙂

    Rispondi
  12. Berry
    21 Marzo 2013 at 14:29 (7 anni ago)

    Patty mia…la tua pizza è da sbavo! Pensa io come sono stata crudele…ho fatto morire il buon lievito madre che mi aveva portato una collega…sono una schiappona lo so! Ma proprio i lievitati non mi stanno simpatici, ne io a loro!
    Mi perdoneranno?
    Un bacione tesoro!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 15:11 (7 anni ago)

      Non lo so… io ho lo stesso rapporto conflittuale con le piante: mi vedono e si lasciano morire! Un bascio!!

      Rispondi
  13. Cinzia
    21 Marzo 2013 at 14:34 (7 anni ago)

    aaaaaaaaa! ma allora anche tu sei una P.M. addicted! Fantastico panificare anche la pizza 🙂
    Oggi il mio piccolo ha la scheda con fa, fe, fi, fo, fu (FAte, FOlletti e guFI FAnno magie… ed il pensiero è venuto da te ;))
    baciuzz!

    Rispondi
  14. Cinzia
    21 Marzo 2013 at 14:37 (7 anni ago)

    PS: io quando ne ho troppa, ho tentato (e sposato) l'esperimento delle tigelline cotte in padella. Velocissime ma superbuone: faccio una sorta di polpette con dell'impasto a base di PM, anche se non sono trascore le 8 o 10 ore che servono per avere una perfetta lievitazione, in padella antiaderente con un filo d'olio e grani di sale.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 15:14 (7 anni ago)

      Solo con la pm? O l'hai impastata con farina e tutto? Io le tigelle non le neanche mai fatte con il lievito di birra.. Grazie tesoro un bascio!

      Rispondi
    • Cinzia
      21 Marzo 2013 at 23:41 (7 anni ago)

      eccomi… io le ho fatte in vari modi, impastando come per un pane ed attendento alcune ore ma senza vedere che si levasse l'impasto. Come ad esempio stasera, che avevo rinfrescato ieri ma forse non c'erano le temperature adatte, boh stadifattoche la PM pareva morta, ho fatto come nella ricetta di cui sopra: BUONISSIME e per nulla acide 😉

      Rispondi
  15. Ely
    21 Marzo 2013 at 15:34 (7 anni ago)

    Cuochina Pa.. una pizza assolutamente eccezionale e.. sai che ti dico?? Che me la mangerei adesso, seduta stante!! <3 <3 Evviva il neonatooo 😀 Congratulazioni, allora, stella.. mi raccomando curalo bene e con amore.. sono certa (non ho dubbi) che ti darà sempre ottimi risultati! Complimenti per i premi super meritati!! <3 <3 TVB!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 16:50 (7 anni ago)

      Grazie tesoro bello!!! Sei molto cara… lo curerò vedrai, come fosse il quarto figlio! un bascio!

      Rispondi
  16. cadè
    21 Marzo 2013 at 15:41 (7 anni ago)

    Ho appena rinfrescato il mio lievito madre! Capisco che significa essere piena di barattoli, quando ho iniziato avevo quello delle Simili, di De Vita e quello liquido…usavo tantissima farina perchè rinfrescavo senza buttare via nulla, poi ho congelato e ridotto al massimo le quantità.
    Anch'io preparo col l.m. il tortano… ma l'accento dove va?
    Baci!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 16:53 (7 anni ago)

      Sulla prima o, non sulla a… Ma se non ti ricordi puoi dire Casatiello che è la stessa cosa… cambia solo la posizione delle uova (che io comunque non metto!).
      Un bascio Cadè!!!

      Rispondi
  17. Roberta
    21 Marzo 2013 at 16:04 (7 anni ago)

    Oh santo cielo Patty, ora che mi sei entrata anche tu nell'empireo delle blogger dotate di lievito madre continuerai a parlarmi lo stesso?!? 😉
    Anche se non ci capirò una mazza di quello che dici??? 😛

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 16:56 (7 anni ago)

      Guavda cava, ci devo pensave… nin zò… voi plebaglia che ancora vi lovdate le mani con il lievito di bivva…. Mo smett!!!!! Anche quando arriverò a 30000 followers e farò tonnellate di pm sarò sempre la cuoca Pa, la stordita!! Ne vuoi un vasetto? Se mi giuri che non lo fai morire o che se lo mangiano i gatti te lo mando! fammi sapere gioia bella! Un bascio!

      Rispondi
    • Roberta
      22 Marzo 2013 at 10:12 (7 anni ago)

      Ahahaha, ma io manco il lievito di birra uso, figurati te 😉
      Roberta e i lievitati vivono su due pianeti diversi e temo non si incontreranno mai!!! Grazie però per il pensiero!!!

      Rispondi
  18. e il basilico
    21 Marzo 2013 at 16:39 (7 anni ago)

    Tanti tantissimi auguri per il piccolo lievito, insomma, mi hai convinto dai, devo provare anch'io. Deciso. Baci, Patty, mchuà

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 16:59 (7 anni ago)

      Per come eri brava tu ero convinta che già ne avessi dei quintali in frigo! un bascio!!!!

      Rispondi
  19. ILENIA MEONI
    21 Marzo 2013 at 16:52 (7 anni ago)

    Che brava hai avuto il coraggio di farlo! Io ancora non ho provato… Ma quando uno va in ferie che fa lo dico"fa fuori" o se lo porta dietro? Effettivamente diventa una vera e propria adozione! Ottima pizza! Bacio

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      21 Marzo 2013 at 17:00 (7 anni ago)

      Penso che me la porterò dietro… però io vado in una casa, quindi è più facile! Un bascio!!

      Rispondi
  20. Giovanna vanna
    21 Marzo 2013 at 16:56 (7 anni ago)

    adoro la pizza e la faccio spesso ma mai con il lievito madre,non ho mai provato a farlo! ci devo provare ,e speriamo bene!

    Rispondi