A febbraio il principe e la cuoca hanno ricevuto la comunicazione attesa e temuta della gita della fatina adolescente… oggi poi non si chiama più gita scolastica ma si chiama Viaggio d’Istruzione (con le maiuscole) forse perchè pensano che così i ragazzi guardino con più attenzione il patrimonio artistico che stanno visitando e non approfittino di questi giorni di libertà dalla tirannia genitoriale per devastare camere d’albergo, cominciare a fumare, rubare piccoli oggetti sulle bancarelle turistiche.
Ma non tutti i ragazzi sono uguali: la pecora nera c’è, ma per fortuna la maggioranza del gregge è bianco panna.
Viaggio d’Istruzione in Toscana, quattro giorni, un tour de force che manco un circuito ironman è tanto duro, ma la fatina ci tiene tanto ad andarci e i due nazisti dopo breve consultazione decidono che voti e comportamento sono un buon motivo per acconsentire alla trasferta.
I giorni precedenti la partenza sono stati caotici, in pieno fermento.
“Mamma, dobbiamo andare a comprare qualcosa…. Non ho un outfit!”
Cuoca e Regina Madre si scambiano uno sguardo carico di punti interrogativi…
Bell’e mammà, che è che non tieni?”
“Mamma un outfit, praticamente è un insieme di capi d’abbigliamento tipo skinny jeans, blouson, impreziositi da tipo metal o tipo rouches, e tipo accessori idonei ad un happening come tipo quello dello sballo praticamente della Toscana!”
Seconda occhiata carica di punti interrogativi ma anche di tanta preoccupazione.
Bella d’a nonna…. a nonna è vicchiarella…. st’e parole moderne non tanto le capisce… Puoi ripetere in italiano, ben scandito, in maniera tradizionale così nonna nun tiene difficoltà? Grazie!”
“Non ho niente da mettere”
“Ah, e questo è?? Mi ero messa paura!”
Quindi partiamo per gli acquisti … e qui sorvolo perchè dovrei narrare le tristi vicende della cuoca che da vittima di leggins e felpe si è trovata a dover convincere la figlia che non si può andare in gita scolastica con i tacchi alti… Conseguenze: pianti, occhi in cielo e l’esternazione del miraggio di poter andare a fare shopping da sola (“Bell’e mammà, quando avrai lo stipendio tuo, tutto te lo puoi spalommare in cose che non ti servono, stai tranquilla, mammina non dirà niente!”)
L’outfit è stato comprato: jeans, camicette, gonnellina e altre amenità che hanno alleggerito il libretto postale della cuoca, ma la fatina era talmente graziosa che ne valeva la pena… col principe ci parliamo a fine mese… 
Il giorno prima della partenza la cuoca e il principe hanno catechizzato la fatina con tutti i discorsi noiosi dei genitori, sul gruppo che non si accorge quando esagera, sul libero arbitrio… sulla paglia che vicino al fuoco si infiamma.. e chi ha orecchie per intendere ascolti!
Per consolarsi, una sera, la cuoca ha preparato un piatto che piace molto alle due fatine piccole: il pollo all’arancia con le mandorle…. le foto sono penose perchè sono state scattate di sera, ma il pollo è ottimo!

INGREDIENTI PER 4
700gr di cosce di pollo disossate e ripulite dal grasso in eccesso
1 cipolla
2 arance
100gr di mandorle
una grattata di zenzero fresco
un pizzico di curry
20ml di salsa di soia
olio



PROCEDIMENTO
Tagliare il pollo a tocchetti e metterlo per 12 ore a marinare  nel succo di una arancia e in 10ml di salsa di soia e girarlo ogni tanto. Quando è il momento di cuocerlo, grattugiare la buccia dell’arancia e premerne il succo, quindi versare due cucchiai di olio in una padella antiaderente piuttosto ampia, tagliare la cipolla in brunoise e farla soffriggere leggermente, unire il pollo e farlo colorire un pò. Unire il succo d’arancia, la salsa di soia, lo zenzero grattugiato e il pizzico di curry e coprire con un coperchio per circa 20′ (più piccoli sono i pezzi di pollo meno andranno cotti). Lasciar asciugarle il liquido di cottura, lasciando comunque un pò di sughetto. Spezzettare metà delle mandorle e cospargere il pollo sia con quelle spezzetate che con quelle intere. Aggiungere la buccia grattugiata.


L’angolo del sommellier: piatto aromatico e speziato, ma leggero. Abbineremo un rosè Ciantons fresco, zona produzione Friuli.

INGREDIENTS SERVES 4

700gr of boneless chicken thighs cleaned from the fat in excess
1 onion
2 oranges
100g of almonds
grated fresh ginger
a pinch of curry
20ml of soy sauce
oil

PROCEDURE
Cut the chicken into thin strips. Combine the chicken with 10ml of soy souce and the juice of one orange and put it to marinate for 12 hours. Grate the orange peel and press its juice, then heat two tablespoons of oil in a pan rather wide, cut the onion in brunoise and fry it lightly and add the chicken and cook it for about five minutes just the time the external part is crispy. Add the orange juice, soy sauce, grated ginger and a pinch of curry and cover with a lid for about 20 ‘. Let dry the cooking liquid, leaving a bit of sauce. Chop almonds and sprinkle on the chicken.

Sommelier’s corner: Rose wine cool temperature serving

Facebook Comments

42 Comments on Pollo all’arancio e mandorle e la prima gita dell’adolescente – Orange chicken with almonds

  1. Emanuela Martinelli
    30 Aprile 2015 at 9:33 (5 anni ago)

    Patty mi hai fatto morire!!!!! Stupendo il tuo racconto, e già mi sento un brivido nella schiena perché a breve toccherè anche a me! Però dai hce soddisfazione vedere un bel sorrisso e tanta gioia nei loro bei faccini. E poi mi sa ce non ti bastava e hai voluto coccolarla ancora un pò vero? Quello quello è buonissimo! Brava.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:40 (5 anni ago)

      Manu non ti sto manco a raccontare quanto era emozionata la mattina della partenza…. l'ho trovata alle 5 del mattino a preparare il caffè per la colazione… a 14 anni!!! Però che preoccupazione, una casa vuota ma lei è stata felicissima!

      Rispondi
  2. Luca Monica
    30 Aprile 2015 at 9:50 (5 anni ago)

    Ahahahahahah!!! Non ce la faccio più…sai com'è? Rido per non piangere…non ce la posso fare se penso che tra poco ci finisco anch'io con tutte le scarpe in queste storie…per non parlare poi del fatto che io sto alla moda come la dieta sta a me…quindi è tutto detto!!! Povere mamme quanti pensieri…e quanto è vero il detto bimbi piccoli problemi piccoli, bimbi grandi problemi grandi!!! Sei fantastica come sempre, riusciresti a rendere leggero il pù pesante dei macigni!!!

    Un abbraccio grande a tutto il castello
    monica

    Rispondi
    • Luca Monica
      30 Aprile 2015 at 9:51 (5 anni ago)

      Eh…l'ho fatto di nuovo e pensare che mi ero letta la ricetta tutta per filo e per segno!!!
      Buonissimo il pollo fatto così…mi piace un sacco!!!

      Baci

      Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:42 (5 anni ago)

      Monica ma stai tranquilla… io scrivo, poi la ricetta è relativa….
      Comincia a preparati che ora le nanette si limitano a far capricci… vedrai poi!!!!! Però anche le soddisfazioni crescono in maniera esponenziale! Un bascione a tutti i fotocibiamo!

      Rispondi
  3. Paola Sabino
    30 Aprile 2015 at 9:52 (5 anni ago)

    Che belle le gite scolastiche. Erano i momenti più belli di condivisione e divertimento. Vabbè che al liceo che ho frequentato si era in gita scolastica tutti i giorni. Anarchia totale vigeva in quegli anni, ma le trasferte erano i momenti migliori. Dai su, che si divertirà la fatina 🙂 Intanto mi posso mettere a tavola con voi a gustare questo pollo all'arancia e mandorle? Io però preferisco la forchetta che mi sa con le bacchette farò un macello 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:44 (5 anni ago)

      Paoletta si è divertita tantissimo e l'ho mandata col cuor leggero perchè anche a me piaceva andare in gita…. Le bacchette le ha usate solo Flavia e mi ha attaccato il pollo pure sotto al soffitto!!! 😀 Un bascione ricciolì

      Rispondi
  4. monica
    30 Aprile 2015 at 12:24 (5 anni ago)

    Bellissimo racconto Patty, ho riso tanto, sei troppo simpatica, potresti fare cabaret!!
    Il pollo fatto in questo modo mi ispira moltissimo, lo proverò sicuramente!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:45 (5 anni ago)

      Monica, sappi che il cabaret non retribuito lo faccio a casa….. Altrimenti ci sarebbe da piangere! 😀 Non esageriamo ora! Mi farà piacere se proverai il pollo all'arancia è molto gustoso! Grazie e un bascione forte

      Rispondi
  5. SABRINA RABBIA
    30 Aprile 2015 at 12:49 (5 anni ago)

    HAI RESO L'IDEA, SONO SPAVENTATA PER QUANDO SARA' IL MIO TURNO, MA GIA' MI HAI FATTO CAPIRE COSA MI ASPETTA!!!!MENO MALE CHE POI VI SIETE GUSTATI QUESTO MERAVIGLIOSO POLLO DAI SAPORI DELICATI!!!!UN BACIONE SABRY

    Rispondi
  6. La cucina di Esme
    30 Aprile 2015 at 13:32 (5 anni ago)

    Come ti capisco sto dentro in questo turbine dell'adolescenza da un pò, solo che pensavo finisse prima ed invece …. pollo è delizioso !
    Buon 1° maggio!
    Alice

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:47 (5 anni ago)

      No alice… pare non finisca mai….. capate nei muri!!! Grazie gioia, buona festa dei lavoratori anche a te! Un bascione

      Rispondi
  7. giovanna pisano
    30 Aprile 2015 at 14:27 (5 anni ago)

    ahahahhah, leggerti è come rivivere ciò che accade adesso anche a casa mia, brava come sempre 🙂

    Rispondi
  8. Valeria Della Fina
    30 Aprile 2015 at 14:27 (5 anni ago)

    Non a caso noi lo chiamavamo "viaggio di distruzione" !! Comunque non preoccuparti, da ex liceale (da appena un anno) posso dirti che le gite solitamente sono innocue..
    Un bacione e complimenti per il pollo 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:51 (5 anni ago)

      Lo so che sono innocue, le ho fatte anche io…. ma quando si è genitori si immaginano le peggio catastrofi…. Che per davvero hai finito il liceo l'anno scorso? Lo sai che ti bloccherò la strada ogni volta che vorrai approdare sul mio blog? 😀
      Un bascione cara!

      Rispondi
    • Valeria Della Fina
      30 Aprile 2015 at 18:32 (5 anni ago)

      Ahahaha sisi, sono ancora fresca di maturità, almeno fino a che non usciranno i nuovi maturandi 😀
      Comunque volevo risponderti per Rimini: lavorerò al Grand Hotel che è proprio sul lungomare, avrò un giorno libero a settimana e mi piacerebbe molto se ci incontrassimo 🙂
      Un bacio grande!

      Rispondi
  9. Unafettadiparadiso
    30 Aprile 2015 at 15:12 (5 anni ago)

    Ricordo come fosse ieri (o l'altro ieri?!) la mia gita scolastica. Anche noi andammo in Toscana (ci sono anche adesso sai?), precisamente a Montecatini Terme….però indossavo l'allora fuseaux (ricordi? Quello con la staffa…non si poteva guardare 0_o), ma la gita la ricordo ancora con entusiasmo, sebbene anche mia madre aveva sviolinato varie volte 'non fare questo, comportati bene, ecc'.
    Questo pollo è da assaggiare, al di là dell'esposizione luminosa, perché mi sa che è buono, Pa.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:53 (5 anni ago)

      Lo so Vale… non ti dico io e mio marito quante ne abbiamo dette e consigliate…. mi vergognavo tanto a fare questi discorsi come secondo me si vergogna ogni genitore che ha fatto una bella gita… Mia figlia ha dormito a Montecatini sai?
      Ti bascio Vale!

      Rispondi
  10. Mimma Morana
    30 Aprile 2015 at 15:45 (5 anni ago)

    Pattyyyyyyy!!!! conosco queste dinamiche e , per fortuna, ne sono uscita!!!! meno male che ci possiamo gratificare con questo pollo magnifico!!! bravissima mia cara!!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:54 (5 anni ago)

      Non sai quanto vorrei esserne uscita anche io…. invece ne sono appena entrata!! 🙁 Ti ringrazio Mimma, un bascione

      Rispondi
  11. Ale
    30 Aprile 2015 at 16:43 (5 anni ago)

    Patty, da adolescente conosco questa storia da un punto di vista diverso ahahahah
    Ottima ricetta 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      30 Aprile 2015 at 16:56 (5 anni ago)

      Ma come da adolescente???? Ma quanti anni hai???? °-°
      In ogni caso anche io sono stata adolescente…. 😀 …. tanto tempo fa!
      Un bascione gioia!

      Rispondi
  12. Flora
    30 Aprile 2015 at 17:49 (5 anni ago)

    Quanti ricordi che mi hai fatto tornare alla mente!!! La mia prima gita è stata Roma, ci sono stata una settimana e mi sono divertita un mondo….
    Per me erano gite scolastiche… per la mia bambina "viaggi d'istruzione" e ti capisco quando parli dei giorni precedenti la partenza, un incubo…
    Il pollo che hai preparato è delizioso, sicuramente da provare!
    Buon fine settimana
    Flora

    Rispondi
  13. speedy70
    1 Maggio 2015 at 0:01 (5 anni ago)

    Questo pollo è troppo sfizioso e tanto gustoso…. copio cara, grazie della condivisione!!!!

    Rispondi
  14. Sugar Ness
    1 Maggio 2015 at 18:35 (5 anni ago)

    Questo è un piatto che piacerebbe anche qui nella baita! Eh, io ti leggo… e mi chiedo se quando toccherà a me saprò catechizzare adeguatamente i miei ometti in queste circostanze… Dici che ti potrò chiedere consiglio? Un abbraccio!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      2 Maggio 2015 at 9:35 (5 anni ago)

      Non lo so Vanessa, i tuoi bimbi sono piccoli…. pensa per allora come sarò diventata acida…. 😀 Un bascsione forte!!!

      Rispondi
  15. Gaia Sera
    2 Maggio 2015 at 14:12 (5 anni ago)

    Patty, questi adolescenti vanno proprio fatti conoscere allora.. Anche il mio è partito per la prima volta ma è andato ancora più lontano: in Francia ?. Mi ha già mandato un messaggio dove mi avverte: "Non credere che l'Edoardo che tornerà a casa sia lo stesso che è partito" ed io tremo già.. E' dura vederli crescere, staccarsi, vivere le prime esperienze da soli. Mi sento vecchia, stanca e senza uno scopo ma forse un po' del tuo stupendo pollo potrebbe risollevare la situazione ?
    Ti abbraccio forte amica delle mie sofferenze ? ❤️

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 Maggio 2015 at 9:30 (5 anni ago)

      Ma è impazzito che manda un messaggio così alla sua mamma? Non si dicono queste cose lontano da casa…. 😀 Nononono niente vecchia e stanca, quelli non lo dicono ma avranno sempre un pò bisogno di mammà! Un bacsione gioia!

      Rispondi
  16. Lara Bianchini
    2 Maggio 2015 at 16:17 (5 anni ago)

    oddio oddio oddio, mi hai messo l'ansia!!!!!!!!!! E quando tocca a me che faccio? Aiuto, lasciatemeli piccoli!!! E le foto non sono affatto penose e io me lo mangerei volentieri il pollo, per consolarmi

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 Maggio 2015 at 9:31 (5 anni ago)

      Lara nessuna ansia… bisogna solo doparsi un pò con roba buona… non è vero! Sto scherzando! 😀 un bascione!!

      Rispondi
  17. Gloria Baker
    3 Maggio 2015 at 2:47 (5 anni ago)

    Patty this recipe look delucious!

    Un abbraccio cara!

    Rispondi
  18. Viviana Aiello
    3 Maggio 2015 at 21:34 (5 anni ago)

    Mi piace un sacco questo pollo e prendo appunti come per i panini da hamburger che non ho dimenticato!! Cara Patty, quando penso che sono diventata mamma ad una certa e che quando il mio principino sarà in piena fase adolescianziale io avrò di gran lunga superato i 50 temo mi vengano i capelli verdi! 😀
    Mi toccherà rimanere una mamma col pearcing, forse ancora qualche anfibio nell'armadio e tanta tanta gioventù in cuore ahhahahahha
    mille cari abbracci

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 Maggio 2015 at 9:33 (5 anni ago)

      Tantissima gioventù nel cuore, perchè le madri sono le prime che passano di mode… se mai lo sono state! Vedrai che principino ti darà un sacco di soddisfazioni… stai tranquilla! Un bascione!

      Rispondi
  19. SeV a colazione
    4 Maggio 2015 at 7:05 (5 anni ago)

    Mi hai fatto tornare in mente le mie di gite scolastiche. Divertenti ricordi!
    Faccio una versione simile della tua ricetta con il petto di pollo, però devo dire che l'uso della coscia mi ispira. Prossima volta…
    V.

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      4 Maggio 2015 at 9:34 (5 anni ago)

      Ciao tesoro.. si secca di meno con la coscia… è un pò più grassottella del petto… 😀 Grazie cara e un bascione!

      Rispondi
  20. Dolcemeringa Ombretta
    5 Maggio 2015 at 9:29 (5 anni ago)

    Te lo gia' detto ma amo leggerti mi fai sorridere anche se poi mi fai pensare…. anche io dovro' passare di li mamma mia sti r4agazzi e i loro outfit:) pensa che il mio anche se ha tre anni si e' scelto gli occhiali da sole… brutti ma brutti che non ti dico!!! pero' voleva quelli , e allora penso se gia' a 3 anni decide lui un domani che fara'?! pero' son tosta ce la posso fare!!!
    buono il pollo alle mandorle e arancia e' da provare!
    un bacio grande

    Rispondi
  21. conunpocodizucchero Elena
    8 Maggio 2015 at 6:24 (5 anni ago)

    che bella famiglia siete!!! ho "barato" e letto prima l'ultima puntata andando a ritroso, ma siete davvero bellissimi guarda!
    ps: la ricetta mi lascia di stucco! 🙂

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.