“Mamma noi andiamo al cinema!”
“Ah, bello… quando andiamo?”
“No, mamma, io e le mie amiche andiamo al cinema!”
“Ah, bello… chi vi porta?”
“Tu naturalmente, Vale ha già organizzato tutto!”
“Carino che la tua amica mi abbia pianificato anche la vita da autista1”
“E certo… altrimenti come vuoi che ci arriviamo fin laggiù!”

Belli i tempi quando la cuoca se voleva andare al cinema, doveva farsi interrogare in tre, quattro materie, portare una media del sette, pulire il bagno almeno per una settimana di fila per avere anche le cinquecento lire per comprare il pop-corn da sgranocchiare durante il film e mettere un paio di scarpe comode per arrivare fin laggiù… (la cuoca alla fatina non lo dice: ma ai tempi suoi i cinema esistevano ancora in centro città, non c’era bisogno di scavalcare montagne e fiumi per giungere alla multisala più vicina)
“E che film andate a vedere?”
“Un film di paurissime!”
“Ah, bene… meno male che non mi avete invitata… non sarei entrata in sala”
E pensare che la cuoca quando aveva l’età della fatina Fe, i film di paurissime erano i suoi preferiti… tutti li vedeva: Fog, Shining, La cosa, Poltergeist, Alien, L’esorcista, … non vedeva l’ora di vedere le ultime proiezioni di Argento, Carpenter, Craven… poi quando ha compiuto circa trent’anni, ha cominciato ad aver paura… e non è mai passata. Forse l’ultimo film de paura che è riuscita a vedere e non ci deve pensare troppo altrimenti dovrà farsi delle pere di melatonina è stato The Ring. In pratica lo ha visto attraverso l’indice e il medio della sua mano destra piazzata davanti agli occhi. Di Silent Hill ha visto solo i titoli di testa, vede e rivede The Others ma puntualmente chiude gli occhi in alcune scene perchè si spaventa… riesce a tremare pure col Mistero di Sleepy Hollow. Peccato perchè invece l’ing è un fanatico dell’horror, dai film di serie A fino a quelli che fanno paura per quanto sono brutti.
La cosa che più irritava la cuoca, era quella leggerezza della fatina, un pò spocchiosa: “Profondo Rosso? Una scemenza! Venerdì 13? Sto ancora ridendo! La notte dei morti viventi? Ma veramente fai?”…. Lei li vede non si sa dove su internet e fa tutta la superiore.
Poi uscì dal cinema. Uscirono in gruppo, tipo schema “tartaruga romana”, tutte attaccate l’una all’altra.
“Allora, com’era?”
“Posso dormire nel tuo letto questa notte?” 

INGREDIENTI

Per il pre-impasto:
100gr di farina 0
100gr di acqua
20gr di lievito madre

Per l’impasto
600gr di farina 1
250gr di acqua
150gr di lievito madre
20gr di olio
1/2 cucchiaino di sale

In più:
4 mele

50gr di zucchero di canna
cannella
olio

PROCEDIMENTO
La sera prima preparare il pre-impasto: in una ciotola sciogliere il lievito nell’acqua e aggiungere la farina. Si avrà un composto molliccio, che dovrà riposare coperto tutta la notte.
La mattina dopo mettere la farina in una ciotola, versarci dentro il pre-impasto, mescolare un pò e aggiungere l’acqua, poca per volta, quindi l’olio e il sale. Lavorare per almeno dieci minuti in modo da ottenere una bella palla liscia ed elastica. Metterla in una ciotola leggermente unta, coprire con la pellicola e far raddoppiare. Se si ha tempo, l’ideale è far lievitare nuovamente in frigo, l’impasto verrà più leggero. Al raddoppio, se l’impasto è stato messo in frigo, bisogna farlo acclimatare a temperatura ambiente. Stenderlo spesso 1cm circa in una teglia foderata con carta forno, senza tirarlo, allargandolo con la punta delle dita, spennellare con pochissimo olio, quindi farlo riposare ancora un’oretta. Nel frattempo detorsolare e sbucciare le mele, tagliarle a fette sottili e sistemarle sulla focaccia. In una ciotola miscelare la cannella con metà zucchero di canna e spolverizzare sulle mele.
Accendere il forno a 200°, infornare per circa 30-40′. Togliere dal forno, cospargere con il resto dello zucchero.

Questa focaccia buonissima la regalo alla mitica Maria Teresa, musicista d’eccezione, panificatrice d’eccellenza, amica carissima, padrona di casa del blog De Gustibus Itinera, per la raccolta Panissimo,  ideata da Sandrissima e Barbara, questo mese ospitata da lei. Maria Teresa: auguri di blogcompleanno!!!

VZBo8LV

 

La porto però anche in Polonia da Zapach Chleba:
nowy2

 

Facebook Comments

39 Comments on Il film di paurissime e la focaccia alle mele

  1. Unafettadiparadiso
    14 Ottobre 2014 at 11:30 (4 anni ago)

    Dico la verità. Io sono una caga sotto di serie A, Pa. L'ultimo film visto e giuro non sapevo fosse horror perché la critica diceva che era un thriller, fu Il sesto senso e non ti dico il cagotto che ebbi per notti intere, dormire ad occhi spalancati col terrore che passasse nel corridoio il ragazzino con la lama di coltello conficcato in testa…brrrrrr….al solo pensiero tremo……poi la bravehart dei noialtri, c'esta moi, una domenica mattina, presa in un attimo di impeto, si è vista col marito che ancora se la ride, Paranormal activities, ovviamente tutto il film da cardio palma e l'ultima scena con entrambe le mani piantate davanti agli occhi e il cagotto pronto a scappare…..ah ah ah mio marito lo dice sempre 'ho paura ma non ci credo', è vero, faccio la coraggiosa per questi tipi di film e poi ho una paura tremenda, proprio il terrore…..e ahimp, non posso più dormire nel lettone con mamma e papà e mio marito, si gira dall'altra parte e amen….resto sola….e la testa fa bruttissimi scherzi…….
    Ora l'unica cosa che mi concedo vedere è Ghost Adventures….lì ho molta meno paura…..chissà perché.
    P.S. The others a me personalmente è piaciuto tantissimo, senza paura, però.
    La tua focaccia, tornando a bomba, mi piace tantissimo, la schiatterei anche di cioccolata, già che mi ci trovo!!! ^_^

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      14 Ottobre 2014 at 14:54 (4 anni ago)

      Il sesto senso è uno di quei film che ogni volta che rivedo tremo… ma si può? In ogni caso, i film di paura con assassini squartatori non mi spaventano tanto, ma quelli paranormali e demoniaci non li posso proprio vedere più…. Un bascione!

      Rispondi
  2. Gaudio (Franci)
    14 Ottobre 2014 at 11:41 (4 anni ago)

    Quando avevo sei anni guardavo i film d'orrore da sola.
    Adesso neanche tra l'indice e il medio!
    Mi piace questa ricetta… io a volte le mele le metto sulla pizza, quando avanza l'impasto!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      14 Ottobre 2014 at 14:55 (4 anni ago)

      Franci infatti il concetto è lo stesso…. mi fa piacere di non essere l'unica a spaventarsi a morte! 😀 Un bascione!

      Rispondi
  3. consuelo tognetti
    14 Ottobre 2014 at 12:35 (4 anni ago)

    ahahahh…troppo simpatica la tua introduzione ^_^ anch'io ho sempre guardato con nonchalance i film di paura..adesso la mia sensibilità me li fa evitare..o non chiudo occhio O_o come si invecchia :-(((
    Questa focaccia fa passare ogni paura, è eccezionale ed invita solo a piacevoli sogni ^_^

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      14 Ottobre 2014 at 14:56 (4 anni ago)

      Dici che è vecchiaia, eh? Ci avevo pensato…. ma mia mamma ancora se li guarda! Un bascione!

      Rispondi
  4. Giulia Cappelli
    14 Ottobre 2014 at 13:39 (4 anni ago)

    Beh ha l'età giusta per fare un pochino la "spocchiosa" e per decidere che tu sarai il suo taxi preferito! ahahhah!!! comunque i film di paurissima a me piacciono anche se alcuni mi fanno paurissima vera, soprattutto quelli molto psicologici e con tanti silenzi.
    Detto questo per non avere paura "rubo" un po' di focaccia! ti abbraccio!

    Rispondi
  5. Maria Teresa
    14 Ottobre 2014 at 15:24 (4 anni ago)

    Ahahahahaahahaahahh… dolcissima la Fatina impaurita che chiede di dormire nel lettone… :)))))))
    I nostri adolescenti fanno tanto i grandi, ma in fondo in fondo sono ancora così piccini… e a me fanno una tenerezza immensa!!! ♥

    Quanto alla focaccia invece: ma quanto dev'esser buona così profumata di cannella!
    La addenterei subito subito sai??
    Faccio un salto e vengo a rubartene un bel quadrotto! :DDDD

    Bacio grande grande Patti e grazie per averci regalato questa golosità!! :*

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:32 (4 anni ago)

      Magari MT….una volta che vengo a Roma a trovare il condominio ve la porto! Un bascione!!!

      Rispondi
  6. giovanna pisano
    14 Ottobre 2014 at 15:32 (4 anni ago)

    ahahhahhah anche io sarei uscita dal cinema tremante,ho una fifa terrificante, da piccola ho visto l'esarcista e per un mese non ho dormito, sentivo il letto che si alzava da solo.
    Ecco meglio non pensarci e rubare un pezzo del tuo capolavoro 🙂

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:32 (4 anni ago)

      Giò da piccola L'Esorcista non so quante volte l'ho visto…. mò non riesco neanche più a sentirne la musica…. che fifona! Un bascione!

      Rispondi
  7. Mimma Morana
    14 Ottobre 2014 at 16:17 (4 anni ago)

    io adoro i film orror…..e li accompagnerei volentieri con un'abbondante porzione della tua focaccia!!!! bravissima amica mia!!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:34 (4 anni ago)

      Grande Mimma!!!!! Come dice quello? Ti stimo sorella…. ormai è chiaro che invece io li evito con lo slalom…. 😀 Un bascio!

      Rispondi
  8. sandra pilacchi
    14 Ottobre 2014 at 19:38 (4 anni ago)

    Patty, mai visti i film dell'orrore! io ho proprio paura di quei film l'ha e the other l'ho visto attaccata al 1/2 pompelmo come una scimmia su un albero di cocco.
    ma quello che è stupendo è l'idea della focaccia con le mele, meravigliosa!!!
    ci vediamo a Firenze a dicembre? bloggallineforever!
    Sandra

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:47 (4 anni ago)

      No Pilacchi, non riesco… mi sarebbe piaciuto tantissimo, ma proprio non ce la faccio…. Sarà per un'altra volta…. sob! Un bascio!

      Rispondi
  9. Itinera De Gustibus
    14 Ottobre 2014 at 20:22 (4 anni ago)

    Ma che dedica carina, mi emoziono!!! <3 <3 <3
    Un regalo di compliblog veramente gustoso, adoro mele e cannella! Poi sulla focaccia, che idea originale!
    Complimenti anche per le tue storie e per come le racconti, sarà che riesco a vederci sempre un po' di me…guardacaso anch'io non amo il brivido, a differenza del mio ing!!!
    Un abbraccione
    Maria Teresa

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:48 (4 anni ago)

      Maria Teresa…. le mie storie sono le storie di tutti…. tentando di riderci sopra…. 😀 Un bascio cara!!!!

      Rispondi
  10. Valentina Profumo di cannella e cioccolato
    15 Ottobre 2014 at 7:50 (4 anni ago)

    i fil horror non li amo particolarmente, non mi piace il genere..ma brrrr…. quel poco che ho visto… e se li guardo di giorno e alla luce.. così non muoio di paura!! ahaha
    la focaccia è buonissima, la voglio provare con le mele!! 😉
    baci
    Vale

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:49 (4 anni ago)

      Vale il mio problema è che se anche li vedo alla luce del sole, poi quando arriva il buio comincio a pensarci e a metabolizzare…. e pauuuuura!!!! Un bascio!

      Rispondi
  11. Erica Di Paolo
    15 Ottobre 2014 at 8:07 (4 anni ago)

    Ahahahahahah, grande la fatina 😀
    Mi fai morire nel raccontare le avventure del castello. Sei davvero un toccasana 😉 e questa focaccia è la fine del mondo ^_^
    Un abbraccio strettissimo dolce Patty!!

    Rispondi
  12. Mila
    15 Ottobre 2014 at 9:04 (4 anni ago)

    Che spettacolare questa ricetta!!!!

    Rispondi
  13. Silvia- Perle ai Porchy
    15 Ottobre 2014 at 21:45 (4 anni ago)

    Ehehehhhehhehe anche io prima me li vedevo tutti.. Devo dire che mi sono un po', come dire.. Rammollita!!?!?!?

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:51 (4 anni ago)

      No Silvia ti prego…. non parliamo di rammollismo…. magari di una presa di coscienza? 😀 Un bascione tesoro bello!

      Rispondi
  14. Tamara @
    16 Ottobre 2014 at 9:57 (4 anni ago)

    ahahahahahah eccerto, chi vuoi che le accompagni???? com'è che so benissimo come funziona???
    i film di paurissime, pensa te, ho cominciato a guardarli da adolescente, per superare la paura del buio… già allora non ero normale :))) . avevo paura del buio, da piccola mi addormentavo solo con la luce accesa. ad un certo punto decisi di diventare grande, e il primo passo ritenevo fosse, appunto, superare la paura del buio. Allora, per fare le cose in grande, cominciai a guardare film di paura tutte le sere, per costringermi poi a spegnere la luce e dormire! Ma perché, mi domando ora????? perché esagerare??? che ora, ho superato tanto bene la paura del buio, che basta un filino di luce per farmi vegliare tutta notte????? che poi se sei sveglia di notte a che pensi???? ai film di paura!!!!

    VAbbè…. mi segno la ricetta… con le mele ho fatto tutti i tipi di torte ma un lievitato mai 🙂

    BaSci a tutto il castello, ma alla cuoca uno in più!!!

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:53 (4 anni ago)

      Tam, pure io se non ho le serrande completamente chiuse appena arriva un filino di luce mi sveglio… Pensa che Argento ha cominciato a girare i suoi film per lo stesso motivo….esorcizzare le sue paure… io le esorcizzo ancora meglio: le evito! Un bacsione cara!!

      Rispondi
  15. La cucina di Esme
    16 Ottobre 2014 at 18:33 (4 anni ago)

    ma sai che anche mia figlia è fissata con i film di paurissima in questo periodo? no non fanno per me io mi terrorizzo solo a pensarci…
    deliziosa questa focaccia!
    baci
    Alice

    Rispondi
    • ilcastellodipattipatti
      17 Ottobre 2014 at 9:54 (4 anni ago)

      Alice…. la tua figlia bellissima che ha da poco compiuto i 18? Meglio pensare a lei e non ai film!!! Un bascione cara!!

      Rispondi
  16. Mirtillo E Lampone
    17 Ottobre 2014 at 10:03 (4 anni ago)

    …con me sfondi una porta apertissima!!! Ho sempre avuto paura di tutto quello che è oscuro, occulto, improvviso, terrificante, incontrollabile…insomma non sono una adatta a queste cose, mai mai nella vita ho potuto guardare un film intero così, se non nascondendo letteralmente la faccia dietro le spalle degli amici che, con molta pazienza, mi raccontavano cosa succedeva…ora evito totalmente, mi capita di guardare una serie tv con il Bullo amore mio e lui si scoccia perchè ad ogni cambio di musica mi tappo gli occhi per la paura…ahahahahaah che scema!!!
    La tua focaccia dolce è veramente carina, non amo le mele ma sembra buona!!!
    Un abbraccio fortissimo con panza annessa!!!

    Rispondi
  17. conunpocodizucchero Elena
    17 Ottobre 2014 at 11:21 (4 anni ago)

    uh come capisco la paurissima! fin da bambina non dormivo la notte per un film in particolare che solo ricordarlo ora mi fa ancora paura! giuro! però la mia mamma non mi prendeva nel lettone perchè mi diceva che mò erano cavoli miei! 😀
    la tua focaccia mi avrebbe consolata

    Rispondi
  18. i Pasticci di Terry
    18 Ottobre 2014 at 7:20 (4 anni ago)

    Io adoro i film di paurissime! Da sempre, da quando ero piccola. Io ho fatto il contrario di te, da piccola li guardavo attraverso le dita, ora li guardo a viso scoperto, tanto sono dei film, non è la realtà. la crudeltà della realtà supera di gran lunga i film, basta guardare un telegiornale italiano e perciò … tornando alla cuoca del mio cuore; sai perchè mi piace da impazzire? Perchè oltre a farmi morire dal ridere per la sua ironia, racconta anche cose dei miei, tempi, in cui mi ritrovo, precisa precisa. Ora la mia piccola fatina è diventata grande ma queste cose le ho vissute anche io quando lei era adolescente. Buonissima la tua focaccia, io ho fatto una ciambella con mele e cannella e tu una focaccia. Se non è "vicinanza di anime" questa!! Ti abbraccio tesoro

    Rispondi
  19. Enrica - Vado...in CUCINA
    18 Ottobre 2014 at 13:43 (4 anni ago)

    Cara Patty anche io alla loro età ero pro paurissima e con gli anni sono diventata anti horror, la realtà è già così brutta che preferisco ridere baci

    Rispondi
  20. Michela
    19 Ottobre 2014 at 6:16 (4 anni ago)

    Ahahaha..posso dormire con te?,:D

    Io ho sempre detestato l'horror. Amo invece la tua focaccia Patti!!!
    Che bella idea con le mele :*
    Un abbraccio tesoro

    Rispondi
  21. Zonzo Lando
    20 Ottobre 2014 at 8:11 (4 anni ago)

    Ahahaha come sempre mi fai morire!!! Hai ragione, sono cambiati i tempi. Ormai questi ragazzi ci superano in indipendenza e autonomia… e non so se fa più paura questo o il film ahahahahh Buonissima la tua focaccia, una coccola 🙂 Bacioni!

    Rispondi
  22. Silvia
    21 Ottobre 2014 at 16:00 (4 anni ago)

    Ahahahahahaha!!! Patty!
    L'esclusione dal piano cinema, pianificato poi dall'amica di tua figlia, ma soltanto in qualità di autista è veramente cattiva!!! Però è così che funziona. La mia, diceva, non mi hai voluto fare il motorino? Allora devi accompagnarmi!!! Ahahahah!!!

    I paurissimi? Verso di loro sono cambiata anche io ma col percorso contrario al tuo. Ora mi fanno sorridere.

    Bacio bacio castellana!

    Rispondi
  23. Elisa Cima
    22 Ottobre 2014 at 6:39 (4 anni ago)

    Deve essere per forza l'età Patty!!!!
    Anche io da ragazza guardavo tutti i film più paurosi che c'erano…ora mi fa paura perfino csi!!!
    Si vede che con la vecchiaia mi sono rammollita!!!!
    E sono diventata anche più golosa!
    Infatti vorrei assolutamente 3/4 foca cine,che dici si può fare????!!!
    Un bacione

    Rispondi
  24. Simona Carini
    22 Dicembre 2014 at 2:22 (4 anni ago)

    Appena posso la provo. Tempo fa l'ho fatta con le pere e mi e' piaciuta molto. Ottima idea usare le mele.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.